Orientagiovani: sogni e lavoro fra imprenditori e studenti - Il video su Affaritaliani.it -

Economia

Orientagiovani: sogni e lavoro fra imprenditori e studenti

 

Roma, (askanews) - Una giornata-incontro tra imprenditori e giovani studenti per avvicinare le nuove generazioni all'industria manifatturiera. È la Giornata Nazionale Orientagiovani; promossa da Confindustria, vuole favorire l'innovazione didattica e le partnership tra mondo dell'istruzione e mondo del lavoro."Il futuro è un'impresa" è lo slogan della XXIV edizione che si è tenuta all'Università Luiss Guido Carli. Un'esortazione a conoscere le imprese da vicino.Giovanni Brugnoli, vicepresidente Confindustria: "Noi stiamo dicendo ai ragazzi che c'è ancora tanta industria nel nostro paese, siamo il secondo paese manifatturiero d'Europa, uno dei primi al mondo, abbiamo tanta industria che si sta trasformando e abbiamo bisogno di tante competenze".Una iniziativa fortemente voluta da Intesa Sanpaolo. Pierluigi Monceri, responsabile direzione regionale Lazio, Sicilia e Sardegna di Intesa Sanpaolo: "Stiamo operando con grande attenzione per promuovere il tema occupazionale e in tal senso il progetto dell'alternanza scuola-lavoro, strumento importante per educare i giovani alle logiche del lavoro, e consentire loro di fare scelte più consapevoli".Intesa promuove anche la campagna di comunicazione "Sharing Dreams", per essere più vicina possibile al pubblico dei giovani. Fabrizio Paschina, Responsabile Servizio Pubblicità e Web Intesa Sanpaolo: "Abbiamo iniziato con Expo, e dopo tre anni siamo arrivati a sharing dreams, che è di fatto la condivisione dei progetti delle persone, delle imprese, dei ragazzi, che hanno un rapporto con noi. La banca è abilitatrice di progetti, di sogni. Un altro progetto importante legato allo Sharing è Sharing Music, che firma tutta la partnership che facciamo con X-Factor, per il secondo anno, e con il Tour di Jovanotti dell'anno prossimo e che offre ai ragazzi la possibilità di avere contenuti specifici o accessi esclusive".E fra i sogni ci sono quelli di Domenico Arezzo, partecipante dell'edizione numero 11 di X-Factor, che lancia un messaggio ai coetanei: "Siate giusti con voi stessi, abbiate fame di quello che volete fare, perché se volete, potete come nel mio caso. Io voglio fare musica, che sia X-Factor o il palco della chiesa vicino casa. Qualsiasi cosa anche non musicale, se volete farla fatela, perché se avete fame di farla ci riuscirete, esattamente come ho fatto io".