Politica

Affitti raddoppiati a Berlino, governo locale "congela" i prezzi

 

Berlino, 18 giu. (askanews) - Dopo che negli ultimi 15 anni sono più che raddoppiati gli affitti a Berlino, la coalizione formata da socialdemocratici, Linke e Verdi alla guida della Capitale tedesca ha presentato un progetto per mettere un tetto e congelare i prezzi per cinque anni a partire dal 2020.E così sulla celebre Karl Marx-Allee, centralissimo viale della ex Berlino Est, si protesta con scritte come "KommerzAllee", viale del commercio, o "Speculazione" (Spekulation).I manifestanti sono scesi in strada per protestare contro la "follia degli affitti" a Berlino, la città "povera, ma sexy", come la chiamava il suo ex primo cittadino Klaus Wowereit, oggi sempre più gentrificata. I prezzi degli affitti rimangono ancora bassi, rispetto a Parigi o Londra, ma i locatori hanno raddoppiato le cifre in 10 anni nella metropoli da 4 milioni di abitanti.I berlinesi hanno firmato una petizione per chiedere un referendum per permettere al governo di requisire le proprietà alle società che possiedono più di 3.000 appartamenti in città. Tra i numerosissimi manifestanti riuniti ad Alexanderplatz, c'era anche uno squalo.