Il sex scandal Weinstein si allarga ma Oliver Stone lo difende - Il video su Affaritaliani.it -

Spettacoli

Il sex scandal Weinstein si allarga ma Oliver Stone lo difende

 

Los Angeles (askanews) - Si allarga a macchia d'olio, aggravandosi di confessioni e particolari sempre più turpi e pruriginosi, il sex scandal che ha coinvolto il produttore hollywoodiano Harvey Weinstein che ha ormai assunto una dimensione internazionale.Come quando si rompe una diga, su Weinstein ora piovono accuse di abusi sessuali e stupri, dopo che la scorsa settimana un esplosivo articolo del New York Times ha raccontato una storia di comportamenti predatori da parte del mogul cinematografico.Il produttore è uno dei giganti di Hollywood e la sua azienda ha ottenuto più di 300 nomination agli Oscar. Contro Weinstein hanno preso posizione star e superstar come Angelina Jolie, Gwyneth Paltrow, Mira Sorvino, Kate Beckinsale, Ashley Judd. E una drammatica testimonianza è giunta anche da Asia Argento.Gli schizzi di fango hanno finito per coinvolgere anche la politica. Il produttore è stato infatti anche un generoso e notorio finanziatore del Partito democratico e i conservatori hanno subito lanciato pesanti accuse contro l'ex presidente Barack Obama e l'ex candidata presidenziale Hillary Clinton per aver atteso troppo a lungo prima di condannare Weinstein.Eppure c'è anche chi, in qualche modo e con apparenti e compulsive tendenze suicide, cerca di difenderlo. È il caso del regista Oliver Stone il quale sostiene che Weinstein sia stato già condannato da un sistema di giustizieri improvvisati."Resto sempre un garantista e ritengo che prima di condannare si debba arrivare a un processo" ha detto il regista e sceneggiatore vincitore di tre Oscar. "Se ha violato la legge, verrà fuori. Non penso che un uomo debba essere condannato da un sistema di giustizieri improvvisati. È sempre stato un concorrente per me, non ho mai fatto affari con lui e non lo conosco direttamente. Ma ho sempre sentito storie orribili su tutti quelli che fanno parte del mondo di Hollywood e per questo non voglio fare commenti sui gossip. Aspettiamo e vediamo, credo che sia questa l'attitudine più corretta" ha concluso Stone.