Spettacoli

"Alta Quota" di Germano Seggio, un album dedicato alle Dolomiti

 

Milano (askanews) - "L'album nasce un po' di anni passati sulle Dolomiti per un brutto evento, ho avuto un incidente in moto, e sono stato lì a prendermi cura di me stesso per ricominciare a camminare, per cui quando ho mosso i primi passi in alta quota mi sono sentito di dedicare loro un album".Seggio ha saputo coniugare pop, rock e natura. Le nove tracce dell'album hanno come fil rouge i luoghi incantevoli delle Dolomiti: da "Braies", a "Corno Bianco" ad "Anterselva" e poi c'è "Alta Quota", la title-track, che è anche l'unico brano eseguito soltanto con la chitarra, Germano ha girato lo spettacolare video di questa canzone davanti alle tre cime di Lavaredo immerso nella neve a -25 gradi."Allora è un po' traumatico perché ti lasciano lì tre giorni a girare, la scena dice che non puoi avere un cappellino, non puoi avere dei guanti e quindi quei -25 te li porti sul groppone dalla mattina alla sera, mentre intorno la troupe beve grappa per bilanciare le temperature, tu devi stare lucido e concentrato e far finta di essere la mare alle Maldive. Io in realtà in alta quota sto bene, trovo la mia pace interiore e il mio relax e quindi ho sentito fortemente il desiderio di rappresentare il mio amore per la montagna con un suono che poi è il sound design del mio disco, e quindi stare in alta quota il più possibile."Chitarrista raffinato, Seggio ha collaborato con molti grandi della musica nazionale e internazionale."La mia esperienza mi ha portato a lavorare per un po' di anni con un signore della musica che si Peter Gabriel e frequentanto i suoi importanti festival, mi ha lasciato talmente tante informazioni positive e di contaminazioni etniche di world music, che io ritengo che lui sia il mio mentore musicalmente parlando".

-->