Spettacoli

Lello Arena sul voto: in politica niente parenti, solo serpenti

 

Roma, (askanews) - "Facciamo finta di fare le elezioni, facciamo finta di votare, facciamo finta che qualcuno abbia vinto e qualcuno abbia perso, c'è gente che si dimette, fa finta di dimettersi e poi non si dimette veramente, c'è gente che pretende di andare al governo e non ha i numeri per andarci": così Lello Arena, protagonista di "Parenti Serpenti" assieme a Giorgia Trasselli, in scena all'Eliseo di Roma fino al 18 marzo."Non ci stanno manco i parenti, ci sono solo i serpenti, magari ci fosse un serpente che avesse la qualifica di parente. Quelli che avevano la qualifica di parente stanno già in galera e ne sapete qualcosa, meglio essere serpenti e basta così si evita la complicazione", ha ironizzato l'attore napoletano che nello spettacolo diretto da Luciano Melchionna veste i panni di Saverio, interpretato da Paolo Panelli nel film di Mario Monicelli del 1992."Ho molta fiducia negli italiani, siamo un popolo mediamente, in una media ampia, di persone per bene, che lavorano, hanno i figli, le famiglie e che spesso fanno delle decisioni con il buon senso. Non siamo capaci di esprimere una razza politica adeguata forse perché questi che produciamo somigliano a noi", ha concluso il grande artista.

Advertisement
Advertisement