L'appello di Giovanna Melandri, Maria Latella e Marco Travaglio: "Basta far pubblicità ai senza talento"

Martedì, 3 agosto 2010 - 12:56:00
Giovanna Melandri
Giovanna Melandri
«Vorrei evitare che le adolescenti, guardando Sanremo chiedano: “Mamma, ma la conduttrice era quella che si drogava?”». Giovanna Melandri, parla in esclusiva con “A” in edicola da mercoledì 4 agosto. È iniziata da pochi giorni l'inchiesta giudiziaria sulle discoteche milanesi dove si spacciava cocaina e l'ex ministro delle politiche giovanili attacca chi ha un atteggiamento permissivo verso il consumo di stupefacenti: «Drogarsi è arrogante e superficiale. Oltre a farsi del male, finanzia organizzazioni criminali potentissime. I narcotrafficanti sono assassini che hanno in mano i destini di intere nazioni». Il deputato Pd chiede anche ai media di prendere una posizione netta: «I giornali dovrebbero evitare di riempire le copertine con volti di personaggi senza talento. Anche perché la stampa è ipocrita. Ci sono drogati famosi che scompaiono e altri che restano sulla cresta dell’onda». Sullo stesso tema, interviene nel suo editoriale Maria Latella: «Su “A” non abbiamo mai fatto pubblicità al giro di vippette e vippetti famosi solo per il loro agente. Belén in copertina fa notizia, vende? Può darsi. I lettori di “A”, a dire il vero, hanno mostrato di apprezzare comunque la linea di questo giornale, condividono il principio in base al quale il talento, se ce l'hai, devi farlo fruttare». Sui senza-talento interviene anche Marco Travaglio nella sua rubrica: «Un tempo il gossip era comunque legato in qualche modo al merito, da qualche anno, invece, il circo del gossip è diventato un circuito chiuso, anzi un corto circuito dove si è famosi proprio perché si è oggetto di gossip, e non viceversa».
0 mi piace, 0 non mi piace

LA CASA PER TE

Trova la casa giusta per te su Casa.it
Trovala subito

Prestito

Finanziamento Agos Ducato: fai un preventivo on line
SCOPRI RATA

BIGLIETTI

Non puoi andare al concerto? Vendi su Bakeca.it il tuo biglietto
PUBBLICA ORA