A- A+
Costume
Creme spalmabili: qualità e certificazioni per un settore sempre più premium
Da Tumblr

Creme spalmabili: cacao e nocciole per un settore sempre più premium

Prezzo medio a 7 euro per prodotti di alta qualità e certificati. Spazio anche al veg, 100% bio e free from. 

L’atto dello spalmare la crema sul pane, quello che unisce grandi e piccoli nei momenti di svago, stress e divertimento ora rischia di non essere più così alla portata di tutti. Un settore che era visto come qualitativamente scarso sta prendendo un piede totalmente opposto a quello per cui i suoi consumatori si serano legati. I dati forniti dall’IRI confermano: con una perdita delle vendite a volume (-3,1%) e aumento delle vendite a valore (+0,7%) che tocca quota 363 milioni di euro, lo scaffale delle creme spalmabili è diventato premium. Complice un cambiamento drastico della ricettazione dei grandi brand, che si sono dovuti adattare alle richieste di un mercato ormai già da tempo ha preso posizioni sempre più tendenti al salutismo.

E se persino la Nutella, regina delle creme indiscussa con una quota di settore pari al 75% del totale italia+discount e un fatturato di 1.429 milioni, pone massima attenzione alla selezione delle materie prime con un approccio glocal sostenibile, è segno che l’epoca delle merende golose è già stata sostituita da quelle di qualità. A dimostrarlo sono la più alta concentrazione di nocciole (fino al 45%) all’interno del prodotto finale, l’utilizzo di materie prime italiane o proveniente da altre parti del mondo ma pur sempre di qualità, l’adattamento a richieste free from (senza glutine, senza lattosio, senza olio di palma e grassi aggiunti), bio, 100% vegetali, con ridotto contenuto di zuccheri aggiunti e grassi saturi. Diciamo che il “better for you” è costituito da tutto ciò che è healthy. 

Qualità certificata, proprio come richiesto da una domanda che pare disposto a tutto pur di avere maggior certezza sulla provenienza di ciò che dovrà mangiare. L'alto prezzo medio che attualmente ci spalmiamo sulle fette di pane sembra essere solo l'inizio di una rivouzione che porterà ad una premiumizzazione del settore delle creme. 

 

Creme spalmabili: un settore sempre più vivace

Ferrero e Novi a parte, il settore delle creme spalmabili si fa sempre più vivace. Con l'ingresso di Barilla, riso scotti e Gromart c'è fermento sugli scaffali dei supermercati. I nuoi brand (24 in più negli ultimi 4 anni) generano curiosità nel consumatore e maggior visibilità per tutta la categoria, cresciuta del 24% a valore nel solo mese di gennaio 2019 (fonte: Nielsen). 

 

Commenti
    Tags:
    creme spalmabilinutellacrema noviiribarilla creme spalmabilinoccioleglocalsostenibilitàfoodcibomade in italymerenda sanafree fromgluten freedolci biodolci vegetalidolci gluten freedolci senza zuccherohealthy food
    Loading...
    in evidenza
    Marcuzzi, un mare di 'nostalgia' Senza reggiseno. E lato B..

    TAYLOR MEGA, SHARM BOLLENTE

    Marcuzzi, un mare di 'nostalgia'
    Senza reggiseno. E lato B..

    i più visti
    in vetrina
    Asteroide verso la Terra. Rischio gelo perenne e choc climatico

    Asteroide verso la Terra. Rischio gelo perenne e choc climatico


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Ford svela la nuova Mustang Mach-E da 465 CV

    Ford svela la nuova Mustang Mach-E da 465 CV


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.