Fondatore e direttore
Angelo Maria Perrino

Dormire fa bene all'alimentazione: chi dorme di più mangia meglio

Non solo. Chi dorme di più ha meno pensieri negativi e angoscia del futuro

Dormire fa bene all'alimentazione: chi dorme di più mangia meglio

Dormire fa bene all'alimentazione: chi dorme di più mangia meglio
 


Chi dorme di più non è solo più fresco e rilassato, ma mangia anche meglio. Lo sostiene uno studio del King's College di Londra, pubblicato sull'American Journal of Clinical Nutrition. Più ore di sonno, infatti, porterebbero a mangiare meno cibi zuccherini e a fare scelte nutrizionali migliori.

Lo studio è stato condotto su un campione di 42 volontari che dormivano meno del minimo raccomandato di 7 ore a notte. A metà dei partecipanti sono stati dati consigli utili a dormire di più. Ad esempio, niente caffeina o pasti pesanti 8ma nemmeno troppo leggeri)prima di andare a letto. Piccoli accorgimenti utili a incrementare il proprio quantitativo di sonno totale di 90 minuti a notte. I restanti 21 volontari non hanno ricevuto consigli e sono andati avanti con le loro abitudini.

 

Dormire di più fa mangiare meglio


Alla fine dell'esperimento, l'86% delle persone che avevano ricevuto consigli aveva dormito più a lungo e complessivamente aveva mangiato meno carboidrati. Questi modelli di sonno esteso sono stati associati ad una riduzione media dell'assunzione di zuccheri di 10 grammi al giorno. Si è visto inoltre che le persone che dormivano di più mangiavano anche complessivamente meno carboidrati.



Dormi poco? Più pensieri negativi e angoscia del futuro



Dormire poco, meno di 8 ore a notte, aumenta la propensione a pensieri negativi e a una visione angosciosa del futuro. E crescono anche l'ansia e il rischio di depressione, secondo uno studio dell'università di Binghamton (Usa), pubblicato sul 'Journal of Behavior Therapy and Experimental Psychiatry'. I ricercatori hanno esaminato 53 volontari di età compresa tra i 18 e i 65 anni. La metà soffriva di disturbi depressivi e di ansia. Inoltre, più di 2 partecipanti su 10 si dichiaravano insonni e uno su 10 ammetteva di avere difficoltà a prendere sonno. Nessuno faceva uso di droga o antipsicotici e farmaci in grado di influenzare il sonno. Gli studiosi, dopo aver intervistato i volontari, li hanno sottoposti a un test visivo, presentando una serie di immagini sia neutre sia negative. Le persone che dormivano meno tendevano a soffermarsi sulle immagini negative e dimostravano scarsa capacità a concentrarsi sulle altre. Inoltre, più risultava lungo il tempo di addormentamento e più aumentava la concentrazione dei volontari sulle immagini negative. Ciò, secondo i ricercatori, indica che Dormire poco contribuisce a rafforzare la tendenza a vedere 'nero' e rimuginare. 'Allungare' il periodo di sonno, quindi, può contribuire a prevenire la depressione e i disturbi ansiosi.


In Vetrina

Isola dei famosi 2018: liti, amore, fantasmi e... ISOLA DEI FAMOSI 2018 NEWS

In evidenza

Onestini e Ivana, rivelazione "Primo bacio grazie a Tonon"
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare

Motori

Dacia Duster, tutta nuova

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.