A- A+
Costume
Napoli, "L'Amore e la cultura al tempo dei Borbone" all'Archivio Storico

La cucina al tempo dei Borbone in ogni suo angolo. E’ dedicato alla cucina napoletana ai tempi dei Borbone delle Due Sicilie, Carlo, Ferdinando I, Francesco I, Ferdinando II  e Francesco II l’Archivio Storico di Napoli. Da  più di un anno il locale -tra i più frequentati della città partenopea- divulga un patrimonio culinario che Luca Iannuzzi,  ideatore del progetto, attento conoscitore della storia del Regno delle Due Sicilie e Cavaliere di Merito del Sacro Militare ordine costantiniano di San Giorgio,  ha riscoperto indagando nei testi dell’epoca e riproposto con l’ausilio di professionisti del gusto del calibro di Pasquale Palamaro, chef stellato che firma il nuovo menù ”di classe” dell’Archivio. Nato ad  Ischia nel 1978, Palamaro era destinato alla qualifica di “stellato” sin agli esordi della sua carriera: vanta, infatti, importanti collaborazioni con nomi illustri del panorama culinario, italiano ed internazionale, come Aimo e Nadia, Ugo Alciati, Alfonso Iaccarino, Antonino Cannavacciuolo, Anthony Genovese. Uno scambio continuo che ha portato il giovane chef a consolidare la sua cucina come specchio gustativo del territorio in cui vive, ovvero il meridione d’Italia.

Ispirandosi alla cucina durante il regno dei Borbone, la dinastia che ha governato il meridione d’Italia per quasi un secolo e mezzo e che ha reso Napoli capitale della cultura europea, distinguendosi non solo per le importanti opere realizzate, ma anche per la singolarità dei rapporti di coppia dei regnanti che si sono succeduti al trono, l’Archivio Storico lancia adesso, nell’occasione del carnevale, il secondo capitolo di “Esperienze Borboniche”,  la kermesse di eventi incentrati sulla cultura di quel tempo e sul cibo e le bevande di cui i reali andavano ghiotti. Essendo questo appuntamento a ridosso di San Valentino, la tematica che lo animerà sarà “L’Amore al tempo dei Borbone” che il 12 febbraio sarà incentrata sulle coppie più belle del Regno, delle loro passioni, dei piatti di cui re e regine andavano ghiotti. Per l’occasione Palamaro preparerà percorsi di degustazione, dalla lasagna, di cui andava ghiotto re Francesco II, detto appunto “Re Lasagna”  alla mozzarella in carrozza, preferita invece dalla regina Maria Sofia. Per finire, la pizza dolce,  una versione del pasticciotto salentino creato nel 1745 dalla famiglia Ascalone a Galatina per poi diffondersi in tutta l’Italia meridionale Ai piatti proposti, non potevano mancare in abbinamento due eccellenti vini del territorio. Naturalmente, entrambi delle Cantine Federiciane. 

 

Commenti
    Tags:
    milanoromanapoligrazia
    in evidenza
    Rifiutati 100.000 euro a partita? De Rossi lasci in serenità la pelota

    Sport

    Rifiutati 100.000 euro a partita?
    De Rossi lasci in serenità la pelota

    i più visti
    in vetrina
    Grande Fratello 2019, 3 concorrenti hanno fatto i bagagli. GF 2019 NEWS

    Grande Fratello 2019, 3 concorrenti hanno fatto i bagagli. GF 2019 NEWS


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Fiat 500, arrivano le nuove versioni Star e Rockstar

    Fiat 500, arrivano le nuove versioni Star e Rockstar


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.