A- A+
Costume
Parigi, i librai "in marcia" contro la crisi: dalla Senna all'Unesco

Il Ministero della Cultura mercoledì ha iscritto "le tradizioni e le conoscenze dei librai" nel patrimonio culturale immateriale. Un altro passo verso l'adesione all'Unesco per riscoprire un'azienda alla ricerca di nuovi clienti.

Parigi è "l'unica città al mondo in cui scorre un fiume incorniciato da due file di libri", ha scritto Blaise Cendrars nella sua collezione Bourlinguer (1948). La riva destra, dal ponte Marie alla banchina del Louvre, e la riva sinistra, dalla banchina Tournelle alla banchina Voltaire, le scatole verdi, custodite da 226 librerie di seconda mano, sono le librerie a cielo aperto della capitale. Figure ineludibili del paesaggio parigino, questi piccoli commercianti indipendenti arrivano a vedere la loro professione classificata nell'inventario nazionale. Il Ministero della Cultura mercoledì ha incluso "le tradizioni e le competenze dei librai della banchina di Parigi" per il patrimonio culturale immateriale.

"Le loro capacità sono storiche, culturali e tecniche allo stesso tempo, e aggiungono qualità personali di curiosità intellettuale e gusto per la condivisione", afferma il ministero. Dal maggio 2018, il Consiglio di Parigi ha sostenuto la richiesta. I librai "contribuiscono in modo significativo all'anima letteraria della Città della Luce. Eredi di venditori ambulanti del XVI secolo, perpetuano una tradizione intellettuale e bibliofila che è una componente essenziale dell'identità parigina, "ha accolto in un comunicato stampa Florence Berthout , presidente della  5° circoscrizione.

Pedagoghi culturali, questi galleristi offrono opere antiche e usate, rare edizioni della letteratura francese ai fumetti, attraverso vecchie edizioni di giornali. Inverno o estate, sotto il sole o sotto la pioggia, niente ferma i librai. Questa iscrizione è un'altra fase prima della candidatura all'UNESCO la cui prossima sessione avrà luogo a novembre e dicembre. Jérôme Callais, presidente dell'Associazione culturale des bouquinistes de Paris, afferma di essere "molto orgoglioso" di questa notizia. "È un riconoscimento della nostra professione, che, ricordiamolo, è unica per Parigi", spiega. Grazie a questa nuova visibilità, le persone vorranno riscoprire la nostra professione e trovare opere che non si aspettavano. È un seconda vita per noi e un modo, forse, per prevenire il nostro affondamento. "L'Unesco è il passo finale di questo riconoscimento. "È un'istituzione prestigiosa che permetterà a tutti di vederci in modo diverso rispetto a dei "barboni patetici". Da questo momento in poi saremo presi più sul serio", aggiunge il bookstaller.

Nonostante la concorrenza di Internet e delle principali librerie, Jerome Callais non perde la speranza. "Vendiamo libri che sono fuori stampa in nuovi librai, e non abbastanza buoni per ricchi bibliofili", dice. Le librerie sono un'alternativa, una via di mezzo che offre edizioni rare, ma a prezzi accessibili. Siamo vicini ai clienti e condividiamo la nostra passione con tutti, indipendentemente da chi siano o da dove provengano. È grazie a questa specificità che continueremo ad esistere ".

Per il lavoro che svolge da 28 anni, Jérôme Callais rileva Anatole France: "Questi coraggiosi mercanti di spirito, che vivono costantemente fuori, con  la camicia al vento, sono così ben lavorati dall'aria, dalle piogge, dalle gelate le nevi, le nebbie e il grande sole, che finiscono per assomigliare alle vecchie statue delle cattedrali ".

L'associazione culturale dei librai parigini sarà presente alla Fiera internazionale del libro Rare & Autograph e offrirà una mostra di cento stampe. Appuntamento dall'11 al 13 aprile al Grand Palais, Winston-Churchill Avenue, Parigi VIII.

Commenti
    Tags:
    libriparigilibri parigibancarellelibraccicultura di stradacultura
    in evidenza
    Allenarsi a non fare nulla La lentezza è cool

    Costume

    Allenarsi a non fare nulla
    La lentezza è cool

    i più visti
    in vetrina
    Caterina Balivo madrina del Pride di Milano: polemica social

    Caterina Balivo madrina del Pride di Milano: polemica social


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Nuovo Peugeot 2008: il SUV giovane che piace a tutti

    Nuovo Peugeot 2008: il SUV giovane che piace a tutti


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.