A- A+
Costume
Salvini-Isoardi, "la rottura dimostra che è un leader umano e cristallino"
Foto LaPresse


"Non ha nessun effetto a livello demoscopico, ma rafforza l'immagine di un leader umano e cristallino". Affaritaliani.it ha chiesto al sondaggista e ricercatore Alessandro Amadori quali conseguenze dal punto di vista del consenso potrebbe avere per Matteo Salvini l'addio social, molto discusso dal web, con Elisa Isoardi.

"In generale notizie sentimentali di questo tipo, soprattutto se il leader non le provoca ma le segue come in questo caso, non hanno influenza in termini di consenso elettorale. C'è una sostanziale anelasticità a livello demoscopico". In altre parole, il tanto dibattuto selfie 'aftersex' pubblicato da Elisa Isoardi e la risposta di Salvini arrivata a stretto giro sempre su Instagram non porterà né toglierà voti al ministro dell'interno. Avrà però un effetto meno quantificabile, ma comunque rilevante: "Questa vicenda rafforza l'immagine di un leader cristallino e trasparente, che, volontariamente o meno, condivide la sua vita personale con gli elettori. E' l'altra faccia dello stile comunicativo scelto dallo stesso Salvini, che si pone e si conferma ancora una volta come un leader molto umano.

Un segno di decisa rottura con il passato. "L'immagine del potere anaffettivo o asessuato apparteneva alla prima Repubblica: non ci saremmo mai immaginati la vita privata di Andreotti, per esempio. Il primo a intersecare la sua vita politica con le sue vicende personali è stato Berlusconi, per quanto in maniera discutibile. Ci sono voluti però anni perché questo si traducesse in un calo a livello elettorale. Anzi, quando il calo è arrivato, è stato dovuto al mancato mantenimento delle promesse elettorali".

La scelta di Salvini di mostrare anche la sua vita personale sui social con grande schiettezza è da un lato la cifra della post modernità, dall'altro un segno di ritorno al passato: "Si presenta come un combattente vero, con le sue debolezze e le sue avventure e disavventure sentimentali. Si mette in gioco come uno di noi. E questo è ciò che facevano i grandi leader del passato, da Alessandro Magno a Napoleone: condividevano tutto con la propria gente. Si lottava, si gioiva, si soffriva insieme. Dopo la seconda guerra mondiale c'è stata un fase di separazione, ma prima, per secoli, la leadership è stata condivisa. Oggi persino nell'abbottonata presidenza francese Macron si muove nella direzione della disintermediazione, pur in maniera molto diversa. È un cambiamento che sta emergendo un po' in tutte le democrazie moderne, almeno in Occidente, a differenza di paesi come Russia o Cina".

 

 

 


 

Commenti
    Tags:
    elisa isoardimatteo salviniisoardi salvini crisiisoardi salvini coppiaelisa isoardi matteo salvini fine relazioneelisa isoardi matteo salvini
    in evidenza
    Cristina Chiabotto si sposa. FOTO Dice sì a Marco Roscio, c'è la data

    Costume

    Cristina Chiabotto si sposa. FOTO
    Dice sì a Marco Roscio, c'è la data

    i più visti
    in vetrina
    Georgina: "Io e Cristiano Ronaldo? Basta uno sguardo e ci capiamo"

    Georgina: "Io e Cristiano Ronaldo? Basta uno sguardo e ci capiamo"


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Concept GLB cresce la famiglia dei SUV Mercedes

    Concept GLB cresce la famiglia dei SUV Mercedes


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.