A- A+
Costume
The Last Cowboy. Che fine ha fatto il "vecchio" West

L’epoca d’oro della tradizione “vaccara” americana è generalmente considerata essere il ventennio che parte dalla fine della Guerra Civile (1865) per arrivare circa al 1885, quando il mestiere è stato velocemente distrutto dal rapido sviluppo delle reti ferroviarie e la conseguente drammatica riduzione del fabbisogno di personale per accompagnare il bestiame dalle pianure sterminate ai mercati di destinazione. La recinzione delle terre aperte e l’arrivo dell’automobile e del camion hanno fatto il resto.

 

Era una vita durissima. Si dormiva per terra con una semplice coperta, uno straccio, indipendentemente dal tempo che faceva, compiendo estenuanti marce di migliaia di chilometri - senza assistenza sanitaria, mangiando giorno dopo giorno la pancetta dismessa dall’Esercito cotta con i fagioli secchi, passando settimane senza potersi lavare. Un mestiere da disperati e da senzatetto. Il vestiario più caratteristico dei cowboy non fu tanto il cappellone o gli stivali dai tacchi alti, ma il gilet dalle molte tasche, per portare appresso ogni piccola necessità quotidiana.

 

Per quanto la cosa non sia molto evidente nei moderni film Western, almeno un quarto dei cowboy erano neri, ex schiavi “liberati” dopo la guerra, ma a spasso, senza una destinazione. Gli altri erano perlopiù freschi immigrati: moltissimi tedeschi, ma non mancavano nemmeno gli italiani. L’inglese non era tanto parlato. Ci si arrangiava con una lingua franca mista di spagnolo messicano e una versione semplificata dell’americano.

 

Il tutto era già finito quando il mandriano qui ritratto è stato ripreso, a quattro anni dall’inizio della Prima Guerra Mondiale, sette anni dopo il primo volo dell’aereo dei fratelli Wright, quando già milioni di case americane all’Est erano state elettrificate a seguito dell’enorme espansione industriale.

Tags:
cowboywest cowboyamerica cowboy

in vetrina
Mondiali, tutti pazzi per Giorgia Rossi... FOTO

Mondiali, tutti pazzi per Giorgia Rossi... FOTO

i più visti
in evidenza
Tutti pazzi per il caffè alla spina Illy, Cold Brew per i Millennial

Marketing

Tutti pazzi per il caffè alla spina
Illy, Cold Brew per i Millennial

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Intervista a tutto campo al presidente dell’Aci, Angelo Sticchi Damiani

Intervista a tutto campo al presidente dell’Aci, Angelo Sticchi Damiani

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.