A- A+
Costume
Viaggi: Lviv, il più bel fiore del giardino dell'Ucraina
Il centro della città
Advertisement

La storia di Leopoli   (in ucraino Lviv ) è colorata e sorprendente come la città stessa. Oggi Leopoli ha più di 760 anni e ha molte storie da raccontare! La città situata all'incrocio di importanti rotte commerciali da nord a sud e da ovest a est si sviluppò e prosperò rapidamente e divenne uno dei principali centri commerciali dell'Europa medievale. Successivamente,  Lviv  si trasformò non solo in un gioiello architettonico, ma anche in una moderna capitale della vita scientifica, spirituale e artistica. Dal 1998,  Lviv è stata inclusa nella lista del patrimonio mondiale dell'UNESCO, mentre è stata riconosciuta come la capitale culturale dell'Ucraina nel 2009, essa è un esempio eccezionale della fusione delle tradizioni architettoniche e artistiche dell'Europa dell'Est con quelle di Italia e della Germania. Per il suo ruolo politico e commerciale  ha attirato nella città  gruppi etnici con le loro tradizioni culturali e religiose. Leopoli ha stupendi  monumenti del XII secolo, fra i più antichi dell’ Ucraina, vero faro di cultura: 100 festival all'anno, 60 musei, 100 chiese di diverse confessioni, 8 teatri, 20 gallerie d'arte e un gran numero di sale da concerto, con un ricco programma culturale, rendono  grande l’interesse turistico per Leopoli, il cui flusso turistico  negli ultimi  anni è aumentato del 40%,  ora viene visitata  da oltre un milione di persone. Per le vacanze invernali famose sono le stazioni sciistiche di Bukovel , Slavske, Dragobrat nei  Carpazi ucraini.

La città è conosciuta come un centro di arte, letteratura, musica e teatro. Nela città vi sono oltre 8000 camere in 38 hotel da 3 a 5 stelle e 700 caffè  e ristoranti, dotati di zone Wi-Fi gratuite, in cui gustare le specialità della cucina ucraina che è parte integrante della cultura ucraina e si riflette nello stile di vita e negli usi e costumi di tutti gli ucraini, con la rinomata birra (Leopoli è stata a lungo considerata la capitale della birra, la Lvivske 1715 è una delle più famose e viene prodotta dal 1715), caffè e cioccolata, senza dimenticare dei dolci. Tutti i servizi sono di livello europeo ma per i prezzi ucraini sono molto più bassi rispetto a qualsiasi altro paese europeo.

Tante le feste cittadine, come quella del caffè e cioccolata; la festa di pampukh (la ciambella natalizia); il giorno di Batyar, in cui ci si vestite secondo la moda di un secolo fa: abito con una cravatta, un cappello nero e un bastone; i festival come "Ethnovyr", "Krayina Mriy" e il festival teatrale internazionale "Leone d'oro". In pratica in città ogni settimana si tengono festival e concerti.  È davvero incredibile, ma nonostante le due guerre mondiali che hanno attraversato Leopoli (negli ultimi 100 anni la città ha cambiato il governo sette volte a seguito di un'azione militare), tutti i capolavori architettonici sono arrivati sino a noi nella loro forma originale.

La città è una combinazione unica di culture occidentali e orientali: ucraine, polacche, armene, ebraiche, tedesche e austriache che convivono contribuendo alla seduzione di questo luogo quasi magico. Leopoli è una perla nascosta dell'Europa, che si scopre lentamente.  Secondo una ricerca del "Financial Times", Leopoli è la quarta tra le grandi città  europee nella classifica Risorse Umane per il lavoro flessibile, con 40 istituti di ricerca scientifica: il cherosene  e il primo vaccino per l'epidemia di tifo sono stati scoperti proprio qui. La storia del caffè a Leopoli è iniziata alla fine del 18 °secolo con la venuta degli austriaci, spesso di sera si tengono concerti e balli. Poesie, canzoni e leggende sono dedicate al caffè che rende questa bevanda persino mistica.

Ogni anno Lviv richiama gli amanti del caffè con il festival «Prendi una tazza di caffè a Lviv», dove il caffè  non è solo una tazza di bevanda profumata nera, preparata secondo le ricette tradizionali, ma nella tazzina si trova lo spirito della città vecchia, la sua anima e il suo orgoglio, la storia che rivive ancora con ogni sorso. Arrivare a Lviv è agevole, il nuovo aeroporto internazionale Danylo Halytskyi, a soli 6 chilometri dal centro città, ha circa 24 rotte internazionali,  i voli diretti dall’Italia  sono da Milano, da Bologna e da Napoli.

Sul gradino più alto del podio dei paesi in cui si trovano le donne più belle  c’è proprio l’Ucraina. Affascinanti ed in più educate e colte, queste bellissime donne dalla carnagione e dagli occhi chiari sono, senza alcun dubbio, le più desiderate di tutto il mondo. Molto hot, sexy e carine allo stesso tempo. Un motivo in più per andare alla scoperta di una delle città più affascinanti della vecchia Europa.

 

 

 

Tags:
lvivucrainalviv ucrainaviaggi ucraina

in vetrina
FABRIZIO CORONA: "CHIEDO PERDONO A SILVIA PROVVEDI. L'HO FATTA SOFFRIRE"

FABRIZIO CORONA: "CHIEDO PERDONO A SILVIA PROVVEDI. L'HO FATTA SOFFRIRE"

i più visti
in evidenza
Del Santo, racconta il suo incubo Monte e Basile confessano che...

Grande Fratello Vip News

Del Santo, racconta il suo incubo
Monte e Basile confessano che...

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Peugeot, debutta la serie speciale 308: Tech Edition

Peugeot, debutta la serie speciale 308: Tech Edition

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.