A- A+
Cronache
A Katowice (Polonia) si discute del futuro del mondo

Katowice, Polonia. Il gotha mondiale in campo ambientale è riunito in questa città polacca ad est di Cracovia, nel voivodato dell’Alta Slesia. Una città a vocazione industriale, con molte miniere di carbone e forse proprio per questo è stata scelta come sede della Cop24 (Conferenza delle parti), organizzata dalle Nazioni Unite. Il governo giallo - verde sta mostrando una attenzione costante ai problemi dell’ambiente grazie all’azione del ministro Sergio Costa, voluto da Di Maio alla guida del dicastero verde. Costa si è distinto, da generale della guardia forestale, per aver scoperto la più grande discarica d’Europa nella Terra dei fuochi. Ma anche la Lega ha una sua sottosegretaria, Vannia Gava, che vede nel green economy un motore di sviluppo. Salvatore Micillo, sottosegretario M5S, ha invece vinto il premio “Ambientalista dell’anno” conferito da Legambiente. Ma torniamo all’evento polacco. Le Cop sono degli incontri annuali specificatamente dedicati ai Cambiamenti climatici ed hanno segnato la recente storia dell’impegno mondiale, con il Protocollo di Kyoto (Cop3). I Cambiamenti climatici sono frutto dell’azione dei cosiddetti gas serra, tra cui il più noto è la CO2 (anidride carbonica), che sono emessi nei processi chimici di combustione fossile e riflettono verso la Terra il calore riemesso dal nostro pianeta. Questa energia intrappolata nell’atmosfera, appunto l’effetto serra, ne provoca un aumento della temperatura che produce, a sua volta, gli evidenti fenomeni mondiali di cambiamento del clima. Tre anni fa, nel 2015, c’è stata la Cop21 a Parigi in cui si è deciso di contenere l’aumento mondiale della temperatura a 2 gradi (consigliati 1.5) rispetto ai valori pre-industriali. Questo obiettivo si raggiungerà grazie alle “emissioni zero” di gas serra da ottenersi “il più presto possibile”. Tale valore della temperatura è quello massimo consentito estrapolato dai modelli matematici  per evitare il “punto di non ritorno” sui fenomeni climatici estremi. Dal 2 al 14 dicembre si parlerà a Katowice di azioni concrete per liberarsi dai combustibili fossili per implementare concretamente l’accordo di Parigi tramite tre azioni: linee guida, inizio dell’azione di diminuzione di CO2 entro il 2020 e aiuto finanziario ai Paesi più a rischio. La sfida è quella della decarbonizzazione dell’economia con la sostituzione con fonti rinnovabili e l’aiuto della efficienza energetica. Per questo la conferenza polacca rappresenta un punto fondamentale per preservare il nostro pianeta. Tuttavia, il presidente polacco Andrzei Duda ha già dichiarato che “la Polonia non può rinunciare al proprio carbone” destando le preoccupazioni delle organizzazioni ambientaliste e del Presidente dell’Onu Antonio Guterres. Nonostante questo, si spera che alla fine si raggiunga un accordo che permetta di proseguire il percorso post - Kyoto iniziato tre anni fa.

 

Commenti
    Tags:
    katowicecop24cambiamenti climaticisergio costavannia gavasalvatore micillo
    in evidenza
    Juve, regina degli stipendi in A CR7 davanti a Higuain. Classifica

    Sport

    Juve, regina degli stipendi in A
    CR7 davanti a Higuain. Classifica

    i più visti
    in vetrina
    Milan, Batshuayi alternativa di Quagliarella. Ecco perchè l'affare si può fare

    Milan, Batshuayi alternativa di Quagliarella. Ecco perchè l'affare si può fare

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Mercdes lancia le 5 C destinate a rivoluzionare il concetto di mobilità

    Mercdes lancia le 5 C destinate a rivoluzionare il concetto di mobilità

    Abiti sartoriali da Uomo, Canali

    Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.