A- A+
Cronache
Oumuamua, semplice asteroide o sonda aliena Ufo? La verità

In questi giorni si sono riaccesi i dibattiti sul famoso asteroide Oumuamua che a seconda di varie interpretazioni e studi assume un ruolo diverso ,chi appunto lo trova semplicemente come un comune asteroide e chi invece ipotizza possa trattarsi di una sonda aliena, secondo gli scienziati dell’Harvard Smithsonian Center for Astrophysics l comportamento dell’oggetto (ricordiamolo: si tratta do un “corpo” che è arrivato da fuori il sistema solare e dopo essere passato vicino al Sole sta ora tornando da dove è arrivato) i ricercatori dicono che una spiegazione del modo con il quale si è comportato vicino al Sole è che fosse spinto da una “vela solare”, proprio come quelle che ipotizziamo noi uomini di costruire per inviare una micro-navicella alla stella più vicina. Sarebbe dunque un vero Ufo che è venuto a farci visita.

Anche l'ufologo ligure Savonese Angelo Maggioni fondatore dell'associazione ricerca italiana aliena A.R.I.A. già nei primi di dicembre 2017 affermava essere una sonda dormiente che si attiverebbe al passaggio ravvicinato di pianeti ospitanti forme di vita , con lo scopo di immagazzinare dati per poi essere consultati dall'entità proprietaria del presunto oggetto e decidere se e come eventualmente venirne in contatto o verificarne il già avvenuto contatto del passato.... Proprio l'andamento "anomalo" dell'asteroide  ha aperto accese discussioni e interrogativi sulla sua vera natura che ricordiamo essere composta si di roccia ricoperta di materiale organico e che al suo interno potrebbe rivelare qualcosa di più sofisticato. Ma l'attenzione dell'ufologo ligure non si è fermata solo alla curiosa struttura di Oumuamua ma è convinto che tra l'oggetto scoperto sulla Luna in una presunta missione apollo20 (mai ufficializzata e negata dalla stessa NASA) Apollo 20 fu lanciato il 16 Agosto 1976, a bordo del modulo lunare (identico a quello servito 4 anni prima per la missione che portò l’uomo per la prima volta sulla luna), vi erano l’astronauta William Rutledge, Leona Snyder ed Alexi Leonov, cosmonauta sovietico. La destinazione della missione era il cratere “Iszak D” che si trova nel lato oscuro della Luna, dove era appunto era adagiata la presunta nave aliena e poco più distante da lì una misteriosa stazione spaziale.La missione durò circa 7 giorni, durante i quali gli astronauti esaminarono le rovine e la nave,  scattarono centinaia di immagini e registrarono alcuni video.  Dentro la navicella però ci fu la scoperta più clamorosa, il cadavere perfettamente ibernato di una extraterrestre (femmina) che successivamente fu soprannominata “monnalisa”. ( fonte /scienzamagia.eu) le dimensioni dell'oggetto sulla Luna sarebbero circa di 3km di lunghezza mentre Oumuamua è di 400 metri di lunghezza oltre e 40 diametro entrambi sarebbero composte dello stesso materiale di cui in prevalenza roccioso o similare probabilmente anche come forma protettiva dalle radiazioni spaziali !

Dunque l'astronave Lunare (fotografia AS15-P-9625 – quella dell’Atlas Apollo Images ) visibile sulle Coordinate Google Earth-Moon: 18 ° 39’5.09 “S 117 ° 36’19.46” E potrebbe essere stata l'antenata di Oumuamua o addirittura essere appunto una correlata all'altra e appartenere alla stessa civiltà evoluta. Se così fosse, ipotizza l'ufologo Ligure , bisognerebbe comprendere  meglio il momento " dell'allunaggio" forzato e dunque risalire all'epoca precisa del presunto Crash perchè questo apre le porte a nuove teorie sulla presenza aliena del passato e che ha contribuito all'evoluzione umana . Oumuamua dunque potrebbe essere tornata sulla zona di esplorazione della prima astronave per verificare se e come si è evoluta non solo la vita sul pianeta Terra ma anche come possa essere proseguito il contatto alieno e che conseguenze possa aver generato la loro interferenza .L'ufologo è certo che questo ,se è avvenuto , si sarebbe verificato molto prima della leggenda degli Anunnaki . In conclusione(solo per ora afferma l'ufologo Savonese Angelo Maggioni perchè ci saranno altre rivelazioni a riguardo) l'oggetto di Apollo20 e Oumuamua potrebbero appartenere alla stessa civiltà evoluta , entità conosciuta come Monnalisa (ibrida di sesso femminile) e che potrebbero trovarsi tra noi ,oggi probabilmente più evoluti e adattati alla nostra società tanto da confondersi con gli umani.                                                                                                                                               

Commenti
    Tags:
    asteroide oumuamuaufo

    in evidenza
    Nuovo testo per il "Padre Nostro" Cambia il passo sulla tentazione

    Chiesa

    Nuovo testo per il "Padre Nostro"
    Cambia il passo sulla tentazione

    i più visti
    in vetrina
    Cristiano Ronaldo, proposta di matrimonio a Georgina Rodriguez: ecco l'anello

    Cristiano Ronaldo, proposta di matrimonio a Georgina Rodriguez: ecco l'anello

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Mercedes Classe E All-Terrain 4x4 al quadrato un esemplare unico

    Mercedes Classe E All-Terrain 4x4 al quadrato un esemplare unico

    Abiti sartoriali da Uomo, Canali

    Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.