A- A+
Cronache
Biscotti alla Cannabis: genitori finiscono in ospedale

Finiscono all'ospedale dopo aver mangiato biscotti fatti in casa, ma non sapevano che erano biscotti farciti con hashish. E' accaduto a Portoferraio (Livorno) e attori di questa farsa tutta italiana, sono i genitori di una coppia di fidanzati trentenni.

I due innamorati avevano preparato i biscotti fatti in casa mettendoci la cannabis. Poi, dopo averne mangiati un po', si sono salutati e hanno lasciato i biscotti in cucina, vicino al forno. Ma non solo: uno dei due se li è portati a casa e li ha lasciati in cucina. Così i rispettivi genitori della coppia di innamorati dello sballo in cucina, ignari, hanno trovato i deliziosi biscottini a portata di mano e si sono concessi un peccato di gola.
La mamma di lei, e il padre di lui, si sono così ritrovati al pronto soccorso dopo malori e svenimenti. Ci è voluto un pò per capire che avevano ingerito una quantità di hashish che il loro organismo non aveva gradito. Dopo le analisi i due genitori hanno capito che l'unica possibilità era quella di aver ingerito la sostanza stupefacente mangiando i biscotti fatti in casa dei loro figli.

I Carabinieri, avvertiti dal pronto soccorso dell'ospedale, hanno inziato e indagini e dopo aver prelevato campioni dei biscotti all'hashish hanno denunciato la coppia di fidanzati per lesioni e detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.
Per i loro genitori inevce la prognosi è stata, per entrambi, di 5 giorni. I due ragazzi non volevano certo che i loro genitori mangiassero quei biscotti ma la tentazione di conservarli è stata più grande del loro buon senso.I Carabinieri dopo i sopralluoghi nelle rispettive  case dei malcapitati genitori intossicati, hanno rivenuto altri 14 biscotti farciti con sostanza stupefacente di tipo canapa indiana, un vaporizzatore utilizzato per nebulizzare la sostanza, e altri  80 grammi di marijuana e oltre 50 grammi di hashish.

Eppure non è una novità la cucina in forno della Cannabis e derivati. Basta digitare su Google "biscotti alla canapa" ed escono così tanti tutorial per la preparazione di queste leccornie "alternative" da rimanere sconcertati. Ma quello che è ancora peggio è che questi tutorial sembrano normalissimi consigli di chef stellati che propongono cibi e manicaretti da trasmissioni televisive. Da oggi, a tutti igenitori, diamo un consiglio: prima di assaggiare i manicaretti dei vostri figli fateli analizzare e non fidatevi. Non si sa mai.

Tags:
cannabisbiscottidrogahashish

in vetrina
Zverev batte Djokovic: a 21 anni è il re delle Atp Finals 2018

Zverev batte Djokovic: a 21 anni è il re delle Atp Finals 2018

i più visti
in evidenza
Si ferma anche Calhanoglu Allarme infortuni, Gattuso in crisi

Milan News

Si ferma anche Calhanoglu
Allarme infortuni, Gattuso in crisi

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Mercedes Classe E 300 de EQ Power, la prima diesel plug in hybrid

Mercedes Classe E 300 de EQ Power, la prima diesel plug in hybrid

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.