Boncinelli ad Affari: "Le macchine che imitano l'uomo? Utili e importanti"

 

Edoardo Boncinelli
Edoardo Boncinelli

"Non credo che i tentativi di riprodurre la mente umana abbiano la finalità di sostituire gli esseri umani veri e propri". Il filosofo Edoardo Boncinelli commenta con Affari la possibilità della vita artificiale.

"Hanno un'utilità pratica e un'utilità teorica" continua il professore. "Innanzi tutto permettono di imparare nuove maniere di costruire macchine che possono essere di qualche utilità, quindi sono il frutto della ricerca tecnologica avanzata e della crescita del sapere umano. Dal punto di vista teorico, cercare di imitare l'essere umano, anche nelle sue forme - pensiamo agli androidi - insomma impegnarsi nella costruzione di esseri molto complessi dimostra una grande forza di conoscenza. Più sono le funzioni, più abbiamo la certezza di essere arrivati a conoscere molte cose riguardo a noi stessi e agli strumenti che abbiamo a disposizione".

Tu chiamale, se vuoi, Emozioni... intervista a Edoardo Boncinelli

La scienza sembra fare passi da gigante. Al cinema si è già violato da un pezzo il confine delle tre dimensioni e nei videogiochi si riesce già ad interagire con lo schermo. Invece Boncinelli, da questo punto di vista sembra non essere del tutto soddisfatto: "Fino ad ora la scienza ha prodotto solo pallide imitazioni dell'uomo, il cammino, a differenza di quanto possa sembrare, è ancora lunghissimo".

Ma dal punto di vista etico? Questi passi dove porteranno? Le macchine di cui parliamo creano problemi alla nostra identità? E se sì che tipo di problemi? Il professore è tranquillo: "Finchè queste macchine non hanno un'individualità e una coscienza non c'è nessun problema. E poi ripeto ci vuole tempo. Chi ha paura può dormire sonni tranquilli".

Virginia Perini

Edoardo Boncinelli è attualmente capo del Laboratorio di Biologia Molecolare dello Sviluppo presso il Dipartimento di Ricerca Biologica e Tecnologica (DIBIT) dell'Istituto Scientifico H. San Raffaele; è inoltre professore di Biologia e Genetica presso l'Università Vita-Salute e Direttore di ricerca CNR presso l'Istituto di Farmacologia Molecolare e Cellulare del CNR di Milano.

Fisico di formazione, si è dedicato allo studio della genetica e della biologia molecolare degli animali superiori e dell'uomo prima a Napoli (presso l'Istituto Internazionale di Genetica e Biofisica, I.I.G.B., del CNR), dove ha percorso le tappe fondamentali della sua carriera scientifica, e poi a Milano.
E' membro dell'Accademia Europea e dell'EMBO, l'Organizzazione Europea per la Biologia Molecolare, ed è stato Presidente della Società Italiana di Biofisica e Biologia Molecolare.

Nel 1996 ha scritto A caccia di geni (Di Renzo editore, Roma), dove traccia una sua breve autobiografia scientifica, e nel 1998 I nostri geni (Einaudi, Torino), dove illustra la natura. la funzione e il ruolo dei geni nella vita di tutti i giorni. Del 1999 è Il cervello, la mente e l'anima (Mondadori, Milano), nel quale sono esposte a grandi linee le conoscenze attuali sul funzionamento del cervello e della mente.


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

In evidenza

Ascolti, Isola dei Famosi top Harry Potter batte Floris

I sondaggi di

Se domenica ci fossero nuove elezioni politiche, chi voteresti?

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it