Cambia sesso, organista licenziata dalla cattedrale di Lecce

Mercoledì, 9 settembre 2009 - 08:30:00



GUARDA LA GALLERY
Licenziata. Dal 31 agosto. Da 18 anni era organista nel duomo di Lecce. Ma ora, che ha deciso definitivamente di cambiare sesso, non può più entrare in quella chiesa. La nuova vittima del pregiudizio si chiamava Marco della Gatta e ora si chiama Luana Ricci: 46 anni, sposato e con due figli, un ragazzo di 18 anni e una ragazza di 15, l'altro giorno, secondo quanto riportato da clun giornali del sud, è andato nella Cattedrale di Lecce per suonare in un matrimonio. Lo aveva promesso a due sposi, suoi conoscenti. Sapeva che sarebbe stata l'ultima volta, perché dal 1 settembre è ufficialmente stato allontanato. "Senza una spiegazione", pre­cisa. Ed è per questo, per essere stata mortificata nella sua professione, che ha deciso di rendere pubblica la sua storia.

CHI E' - Diplomata in Pianoforte col massimo dei voti al Conservatorio di Lecce e in Musica Jazz presso il Conservatorio "N. Piccinni" di Bari sempre con il massimo dei voti, Luana ha un curriculum di tutto rispetto. Premiato in rilevanti concorsi pianistici inizia prestissimo l'attività concertistica come solista ed in diverse formazioni nell'ambito della musica classica, lirica, corale, esibendosi in prestigiosi centri di cultura italiani ed europei. Nell’ambiente musica­le gode di grande rispetto e la sua arte è molto apprezzata. Dal 1991 lavora per la Diocesi, pur non avendo mai fir­mato un contratto e non avendo mai percepito i contributi. "Per questo - di­ce - farò valere i miei diritti in sede giudiziaria" . Ci sono voluti 30 anni perché Luana si accettasse per quello che è.

"Avevo 13 anni - racconta - quando mi sono accorta che la mia sensibilità, la mia visione del mondo erano diver­se da quelle degli altri ragazzi. Non ho capito subito, però, a cosa fosse dovu­to il mio disagio. La vera svolta c’è sta­ta otto anni fa, quando ho perso mio padre. In quel momento, di fronte alla perdita di una persona cara, ho capito che non potevo morire senza aver rea­lizzato pienamente me stessa. So che il percorso che dovrò affrontare è diffi­cile, ma sono pronta ad affrontare qualsiasi cosa, anche la più estrema".

LA SCELTA - Nel 1989 Marco si è spo­sato e dal matrimonio sono nati due splendidi figli. Ha vissuto con la sua famiglia fino a marzo scorso e con lo­ro ha un rapporto splendido. Quando ha deciso di seguire una strada diver­sa, ha prima parlato con mio figlio, che ha accettato la mia scelta, poi, in­sieme con la moglie, ha spiegato la situazione alla ragazza, che ha ascoltato senza commentare. "Sia loro sia mia moglie – dice Luana – mi amano per quella che sono, non avrei mai pensato che la mia condizione personale potesse crearmi problemi sul lavoro". Luana ha iniziato a vestirsi da donna già tre o quattro anni fa, racconta. "Ma certo, quando ero impe­gnata in Cattedrale, il mio abbiglia­mento è sempre stato rigorosamente maschile per rispetto nei confronti di chi non accetta la mia scelta".

0 mi piace, 0 non mi piace


Titoli Stato/ Collocati 6,5 mld Btp, tassi a minimi record
Riforme/ Guerini (Pd): verso elezione indiretta Senato
Alitalia/ Uilt, non arrivata lettera da Etihad
Riforme/ Renzi: se non si trova sintesi pronto a passo indietro
Milan/ Berlusconi: vendita club fantasia altrui
Mps/ Grillo: questa e' la mafia del capitalismo
Mps/ Grillo, facciamo casino per fare un po' di trasparenza
Berlusconi/ Vede foto Merkel e dice "Aridatece Kohl"
LEGGI TUTTE LE ULTIMISSIME

LA CASA PER TE

Trova la casa giusta per te su Casa.it
Trovala subito

Prestito

Finanziamento Agos Ducato: fai un preventivo on line
SCOPRI RATA

BIGLIETTI

Non puoi andare al concerto? Vendi su Bakeca.it il tuo biglietto
PUBBLICA ORA