A- A+
Cronache
Camping River sgombrato: blitz di CasaPound nel luogo di accoglienza dei rom
Davide Di Stefano, responsabile romano di CasaPound, guida il blitz della tartaruga in Via Ramazzini, quartiere Monteverde

Nella Capitale i rom escono dalla porta e rientrano dalla finestra, si potrebbe commentare così la situazione di tensione creatasi dopo lo sgombero del Camping River. 

Ieri la sindaca Virginia Raggi, a seguito dell'incontro con il ministro dell'Interno Matteo Salvini, procedeva a far sgombrare il  campo nomadi situato in Via della Tenuta Piccirilli, in zona Tiberina

Ma il destino dei rom "sfollati" non era stato ben chiarito, e oggi CasaPound svela "l'inghippo". Sono stati semplicemente spostati negli spazi della Croce Rossa di Via Ramazzini, nel quartiere Monteverde

"Benvenuti a Ramazzini: business illegale a spese dei romani", leggiamo sulla pagina facebook CasaPound Italia Roma. "Su uno striscione esposto proprio nei pressi dell’ingresso della Croce Rossa di Via Ramazzini dove da stanotte sono state trasferite alcune famiglie Rom tra quelle sgomberate ieri dal Campo River, CasaPound Italia ha voluto manifestare la propria posizione sul tema".

"Chiusura totale dei campi rom ed espulsione immediata per chi delinque" continua la nota, che correda il video del presidio guidato da Simone Di Stefano, responsabile Cp Roma e fratello del già candidato premier Simone. "Spostare il disagio da un quartiere all’altro della città non può essere la soluzione... E non sicuramente negli spazi della Croce Rossa di Via Ramazzini a cui l’anno scorso non è stata prorogata l’autorizzazione per il campo profughi per mancanza di requisiti per l’accoglienza. Ci domandiamo cosa sia cambiato nel frattempo, o se per i Rom sono previste agevolazioni. O se invece, la Croce Rossa oramai ente privato, non pensi solo al denaro, un business a spese dei cittadini romani da sempre contrari e ormai stufi di questa accoglienza forzata".

Mentre il presidio, al quale si sono uniti diversi residenti del quartiere, continua a oltranza, Alessandro Calvo, responsabile Cp del quadrante Roma SudOvest, conclude: "La stragrande maggioranza dei cittadini di Monteverde e Portuense sono assolutamente contrari ad avere un campo Rom a Via Ramazzini. Questo deve essere chiarissimo a tutti. Istituzioni in primis. Nessuno pensi che l’averlo fatto in prossimità delle vacanze costituisca garanzia di rassegnazione da parte del territorio".

Tags:
campo romcamping rivercasapoundvia ramazzinidavide di stefanosimone di stefanovirginia raggimatteo salvini

in evidenza
Si ferma anche Calhanoglu Allarme infortuni, Gattuso in crisi

Milan News

Si ferma anche Calhanoglu
Allarme infortuni, Gattuso in crisi

i più visti
in vetrina
Zverev batte Djokovic: a 21 anni è il re delle Atp Finals 2018

Zverev batte Djokovic: a 21 anni è il re delle Atp Finals 2018

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Mercedes Classe E 300 de EQ Power, la prima diesel plug in hybrid

Mercedes Classe E 300 de EQ Power, la prima diesel plug in hybrid

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.