A- A+
Cronache

 

Di Fabio Frabetti

 

Hanno aperto un po' ovunque e dal nord Italia si sono velocemente espansi al centro. Sono i famigerati centri massaggi cinesi, luoghi al confine con la prostituzione dove ragazze orientali sempre più giovani si ritrovano a coprire estenuanti turni che iniziano la mattina e possono arrivare fino a tarda notte. I clienti, rigorosamente maschili, vengono attratti da annunci in cui si promettono avvenenti ragazze in grado di portarli in un vortice di relax attraverso massaggi che già dal nome non lasciano troppo spazio alla fantasia: c'è quello romantico o quello thailandese fino ad arrivare a quello "a 4 mani" oppure nella vasca da bagno. Affaritaliani.it è riuscito ad entrare in due di questi centri  Il copione sembra essere sempre lo stesso. Ad aprire la porta sono sempre ragazze in abito succinto, il linguaggio è molto scarno ed ogni comunicazione risulta difficile: conoscono pochissime parole di italiano, quelle necessarie alla loro attività.

Festini con le escort nel Comune di Firenze: spunta un'agenda di nomi

 

IN BELLA MOSTRA - A Siena il centro è pubblicizzato in alcuni siti di incontri per adulti mischiato a quelli inequivocabilmente riconducibili alla prostituzione in appartamento. Anzi, in alcuni casi non si fa riferimento nemmeno ai massaggi descrivendo solamente il tipo di ragazza che ci attende. Ci sono due cellulari. Chiamo il primo e risponde una voce piuttosto pimpante. Fissiamo un appuntamento una domenica pomeriggio. Il costo che mi viene comunicato per telefono è di 50 euro per un'ora di massaggio. Il centro si trova in una zona residenziale non lontano dallo stadio Artemio Franchi. Un grande cartellone situato ad una ringhiera lo rende ben visibile. I locali sono stati realizzati a piano terra di un condominio: le vetrate sono state tappezzate e da fuori non si intravede niente di quello che accade all'interno. Suono il campanello. Ad aprire la porta una giovanissima ragazza: nello stesso momento un  ragazzo esce dal centro dopo aver partecipato ad una di queste sedute.  All'interno c'è una seconda giovane ed una signora più matura dietro un bancone. È proprio quest'ultima che organizza l'appuntamento facendo cenno che sarebbe stata proprio la ragazza che mi aveva aperto ad intrattenersi con me. A questo punto chiedo di poter andare in bagno e mi viene indicata una porta. Mentre simulo di fare un bisogno la ragazza che mi è stata assegnata si lava le mani: probabilmente era stata proprio lei a "massaggiare" il giovane che mi aveva preceduto. Esco dal bagno e vengo condotto in un corridoio alla cui estremità si trova un'altra stanza. Luci soffuse, stufetta accesa e un lettino. La ragazza non parla e mi fornisce uno slip usa e getta: devo quindi spogliarmi sotto i suoi occhi. Poi mi distendo a pancia in giù sul lettino e la giovane orientale inizia a massaggiarmi con una specie di olio. Mi si mette con le gambe a ridosso della testa. Le chiedo quanti anni ha, lei risponde 23 ma sembra più giovane di almeno tre anni. Si intuisce che non conosce la nostra lingua. Mi dice solo che è cinese e di essere in Italia da molto tempo. Dopo alcuni minuti di massaggio, la sua voce rompe un imbarazzante silenzio: mi chiede se voglio un massaggio completo oppure in vasca da bagno. Chiedo cosa intenda per massaggio completo. Lei continua a ripetere "completo" fino a quando indicando che mi sarei dovuto voltare, capisco a cosa alluda. Pagando un extra di 20 euro si arriva fino alla masturbazione. Con 30 il massaggio prosegue sulla vasca da bagno che si trova di fianco al lettino. Rispondo che non ho i soldi, che ho portato solo quelli necessari dopo l'accordo al telefono. La giovane sembra rimanerci male, insiste varie volte sul fatidico "massaggio completo". È delusa. Probabilmente l'extra è il suo guadagno. Le dico che va bene così e che posso rivestirmi. Non sembra convinta. E all'uscita mima il "3" alla donna dietro il bancone. Ossia 30 euro. Ho anche risparmiato. Ovviamente nessuna ricevuta, tutto in nero.

STESSO COPIONE - Queste ragazze sembrano istruite in modo universale. Spostandomi alla periferia sud di Perugia mi imbatto in un altro centro dello stesso genere. Annuncio del tutto simile con la differenza che al telefono sembra rispondere direttamente una delle massaggiatrici. Ne ho conferma quando entro dentro, al primo piano di un piccolo stabile circondato da grandi palazzi residenziali. All'interno ci sono solo due ragazze. Una di queste mi conduce in un'altra stanza. L'arredamento è del tutto simile: il lettino e l'immancabile vasca da bagno. Anche questa giovane, più alta e più grande di quella di Siena, sembra seguire lo stesso copione. Si comincia con il massaggio tradizionale  di mezz'ora che al telefono mi era stato venduto per 30 euro. Nel massaggio questa giovane sembra più decisa ed esperta, mi cosparge con un olio profumato composto da chissà quale intruglio. Dopo qualche minuto scatta ancora il domandone: "vuoi un massaggio completo?". Faccio finta di non capire. Dopo aver fatto cenno di girarmi  si spiega in modo non equivocabile: con 20 euro in più mi avrebbe masturbato. Provo a rifiutare sostenendo che io ero venuto solo per un massaggio. Insiste moltissimo. Con fatica riesco a cavarmela con il semplice massaggio. Mentre mi rivesto la ragazza esce e si lascia andare ad un'imprecazione incomprensibile.
Sembra dunque evidente si tratti di ragazze trapiantate improvvisamente in questi centri, spesso chiusi dalle forze dell'ordine e poi riaperti nelle vicinanze. A loro è concesso solo di imparare quelle 4 o 5 parole necessarie all'approccio con i clienti. L'obiettivo è portarli al "servizio" più costoso possibile, partendo sempre da un semplice massaggio. L'offerta riconducibile alla prostituzione scatta sempre dopo qualche minuto. Per le tante ore che vengono tenute a "lavorare" in questi centri si può ben parlare di sfruttamento bello e buono. Chissà con quale scusa sono attirate in Italia e quale destinazione abbia l'enorme giro d'affari che il manovratore di tutta l'operazione riesce a creare dal niente.

Tags:
centrimassaggiocinesisesso
in vetrina
Juventus, con De Ligt arriva a Torino anche la fidanzata Annekee Molenaar

Juventus, con De Ligt arriva a Torino anche la fidanzata Annekee Molenaar

i più visti
in evidenza
Belen Rodriguez lecca il ghiacciolo Topless di lady Valentino Rossi e...

GOSSIP E LE FOTO DELLE VIP

Belen Rodriguez lecca il ghiacciolo
Topless di lady Valentino Rossi e...


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Peugeot Rifter disponibile con il PureTech da 130 CV

Peugeot Rifter disponibile con il PureTech da 130 CV


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.