Da Toyota la sedia a rotelle che si guida con il pensiero

Una sedia a rotelle che si guida da sola, o meglio con il pensiero. Presto sarà possibile guidarla. La rivoluzione arriva dalla casa automobilistica Toyota. Le persone disabili potrnno muoversi indossando un casco che misura le onde cerebrali

Lunedì, 29 giugno 2009 - 17:00:00

Sedia a rotelle leggera

Una sedia a rotelle che si guida da sola, o meglio con il pensiero. Presto sarà possibile guidarla. A produrla sarà la casa automobilistica giapponese Toyota, che ha annunciato di aver inventato tecnologia grazie alla quale la persona disabile potrà muoversi indossando un casco che misura le onde cerebrali.

Il meccanismo Bmi (Brain Machine Interface) usa degli elettrodi attaccati al cuoio capelluto per misurare l'attività del cervello quando la persona si concentra su determinati movimenti fisici. I segnali vengono tracciati su un pannello di controllo in tempo reale e trasmessi alla sedia a rotelle.

"Questo sistema permetterà alle persone non abili e agli anziani di interagire con il mondo attraverso i segnali del cervello senza la necessità di parlare", ha evidenziato Toyota in un comunicato. "Questa tecnologia verrà usata nel campo riabilitativo e come supporto alle persone che stanno sulle sedie a rotelle. Un sistema facile e veloce da usare", conclude la nota.

0 mi piace, 0 non mi piace


Titoli Stato/ Collocati 6,5 mld Btp, tassi a minimi record
Riforme/ Guerini (Pd): verso elezione indiretta Senato
Alitalia/ Uilt, non arrivata lettera da Etihad
Riforme/ Renzi: se non si trova sintesi pronto a passo indietro
Milan/ Berlusconi: vendita club fantasia altrui
Mps/ Grillo: questa e' la mafia del capitalismo
Mps/ Grillo, facciamo casino per fare un po' di trasparenza
Berlusconi/ Vede foto Merkel e dice "Aridatece Kohl"
LEGGI TUTTE LE ULTIMISSIME

LA CASA PER TE

Trova la casa giusta per te su Casa.it
Trovala subito

Prestito

Finanziamento Agos Ducato: fai un preventivo on line
SCOPRI RATA

BIGLIETTI

Non puoi andare al concerto? Vendi su Bakeca.it il tuo biglietto
PUBBLICA ORA