A- A+
Cronache

La riforma dell'assegno divorzile incassa il primo via libera della Camera, e ora si appresta a superare l'ultimo banco di prova del Senato. Il provvedimento, il cui iter era gia' stato avviato durante la scorsa legislatura, ha ottenuto un consenso trasversale (nessun voto contrario, si registra la sola astensione di FdI) e tutto fa prevedere che l'approvazione definitiva possa arrivare in tempi brevi. Fortemente voluta dal Pd, con la dem Alessia Morani in prima fila, la riforma rivoluziona la disciplina dell'assegno di mantenimento - recependo la piu' recente giurisprudenza, con interventi anche della Cassazione - e manda in soffitta uno dei cardini dell'attuale normativa, ovvero il criterio del 'tenore di vita' per stabilire il 'peso' dell'assegno.Non solo: tra le novita' anche l'assegno divorzile 'a tempo'. Le principali novita' della riforma:

- ADDIO AL CRITERIO DEL 'TENORE DI VITA': scompare il 'tenore di vita' goduto in costanza di matrimonio quale criterio per stabilire l'ammontare dell'assegno divorzile. La riforma prevede infatti che debbano essere prese in considerazione tutta una serie di circostanze per stabilire se l'assegno spetta o meno a uno dei due ex coniugi, o soggetti dell'unione civile e, soprattutto, per determinarne l'ammontare. Il tribunale valuta: la durata del matrimonio; le condizioni personali ed economiche in cui i coniugi vengono a trovarsi a seguito dello scioglimento o della cessazione degli effetti civili del matrimonio; l'eta' e lo stato di salute del soggetto richiedente; il contributo personale ed economico dato da ciascuno alla conduzione familiare e alla formazione del patrimonio di ciascuno e di quello comune; il patrimonio e il reddito netto di entrambi; la ridotta capacita' reddituale dovuta a ragioni oggettive, anche in considerazione della mancanza di un'adeguata formazione professionale o di esperienza lavorativa, quale conseguenza dell'adempimento dei doveri coniugali nel corso della vita matrimoniale; l'impegno di cura di figli comuni minori, disabili o comunque non economicamente indipendenti. 

- ASSEGNO 'A TEMPO': con la riforma si introduce la possibilita' di un assegno divorzile versato solo per un determinato periodo. Tenuto conto di tutte le circostanze indicate, il tribunale puo' predeterminare la durata dell'assegno nei casi in cui la ridotta capacita' reddituale del richiedente sia dovuta a ragioni contingenti o comunque superabili, come ad esempio l'eventuale stato di disoccupazione, ma anche la previsione che l'interessato possa in breve beneficiare di redditi alternativi all'assegno (e' il caso della pensione).

- STOP ASSEGNO CON NUOVE NOZZE:L'assegno non e' dovuto nel caso di nuove nozze, di unione civile con altra persona o di una stabile convivenza, anche non registrata, del richiedente l'assegno. L'obbligo di corresponsione dell'assegno non sorge nuovamente a seguito di separazione o di scioglimento dell'unione civile o di cessazione dei rapporti di convivenza.

- RIFORMA VALE ANCHE PER DIVORZI IN CORSO: Le disposizioni si applicano anche ai procedimenti per lo scioglimento o la cessazione degli effetti civili del matrimonio in corso alla data di entrata in vigore della legge. 

Commenti
    Tags:
    divorzioassegno divorziodivorzio tenore di vitadivorzio assegna di mantenimentodivorzio assegnodivorzio giudicedivorzio procedura
    in evidenza
    Brigitte Macron torna a insegnare Prof in una scuola per disoccupati

    Affari Europei

    Brigitte Macron torna a insegnare
    Prof in una scuola per disoccupati

    i più visti
    in vetrina
    Temptation Island Vip 2, una coppia abbandona. Temptation Island Vip 2019 News

    Temptation Island Vip 2, una coppia abbandona. Temptation Island Vip 2019 News


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Citroën C4 e Grand C4 Spacetourer: il motore benzina puretech 130 S&S che risp

    Citroën C4 e Grand C4 Spacetourer: il motore benzina puretech 130 S&S che risp


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.