A- A+
Cronache
Emanuela Orlandi, si aprono due tombe al cimitero teutonico: sono vuote

Le operazioni erano cominciate di mattina presto intorno a quelle due tombe nel piccolo cimitero vaticano. C'erano i magistrati, i periti, i medici legali, la gendarmeria, la famiglia. Nessuno si aspettava che le due tombe fossero completamente vuote. Il caso Emanuela Orlandi ha cosi' registrato oggi un nuovo colpo di scena. La magistratura vaticana aveva autorizzato l'apertura di due tombe nel Cimitero Teutonico per verificare, dopo alcune segnalazioni, se nel luogo di sepoltura di due principesse potessero esserci anche i resti della ragazza scomparsa 36 anni fa. Sono passate da poco le 11 quando Pietro Orlandi esce dalla Porta adiacente al Sant'Uffizio con una espressione incredula: "Le tombe sono vuote, e' incredibile", dice ai giornalisti riferendo di avere provato "sollievo" ma allo stesso tempo di trovarsi, ancora una volta, a ricominciare daccapo.

"Credo che si dovra' andare avanti e spero in una collaborazione onesta del Vaticano che, facendo aprire le tombe, aveva ammesso la possibilita' di una responsabilita' interna. Finche' non trovero' Emanuela - dice Pietro - e' mio dovere cercare la verita'". Nel giro di pochi minuti il portavoce vaticano Alessandro Gisotti conferma: "Le ricerche hanno dato esito negativo: non e' stato trovato alcun reperto umano ne' urne funerarie". E la Santa Sede coglie l'occasione per ribadire che "ha sempre mostrato attenzione e vicinanza alla sofferenza della famiglia Orlandi e in particolare alla mamma di Emanuela. Attenzione dimostrata anche in questa occasione nell'accogliere la richiesta specifica della famiglia di fare verifiche nel Campo Santo Teutonico".

Ma il giallo resta. Come mai le due tombe sono vuote? Perche' non ci sono neanche i resti delle due principesse? Come mai il vano sotto la tomba, una stanza ampia circa 4 metri per 3,70, come riferito dal Vaticano, e' ristrutturata con il cemento, materiale di certo non risalente al 1840, epoca della sepoltura delle due principesse? Perche' le famiglie delle principessa Sophie von Hohenlohe e Carlotta Federica di Mecklemburgo, e i responsabili del cimitero non sapevano nulla? Tutti interrogativi rimbalzati questa mattina nella ressa di telecamere e giornalisti davanti al colonnato del Bernini.

E' Pietro a dire: "Anche i familiari delle principesse a questo punto dovrebbero chiedere che fine hanno fatto le ossa. Noi comunque andiamo avanti". Sulle prossime iniziative della famiglia, l'avvocato Laura Sgro' dice: "La nostra azione prosegue. Faremo sapere come e in quale direzione. Questa mattina tutto ci aspettavamo meno che di vedere due tombe vuote. Chi sa qualcosa ci aiuti, questo e' il momento per farlo". Sul caso di Emanuela Orlandi e' di fatto la terza ricerca che viene fatta in luoghi di sepoltura. Nel 2012, spostando la salma di Enrico De Pedis, il boss della banda della Magliana, dalla Chiesa di Sant'Apollinare, tra l'altro a due passi dal luogo in cui Emanuela Orlandi e' stata vista per l'ultima volta, fu disposta anche l'analisi delle ossa custodite nella cripta.

Ma nulla che riconducesse a Emanuela fu trovato. Un copione che si e' ripetuto di recente, dopo il ritrovamento, a fine ottobre 2018, di resti ossei sotto la Nunziatura apostolica in via Po a Roma. Ma anche in quel caso non si trovo' nulla relativo al caso della ragazza. Anche oggi "nulla di nulla" per usare le parole che Pietro Orlandi ha ripetuto decine di volte ai giornalisti al termine delle operazioni. "Ci basavamo sulle segnalazioni, non solo su una lettera anonima - prosegue Pietro -, segnalazioni che partivano dal 2017, interne al Vaticano e non anonime che ci segnalavano come luogo di sepoltura di Emanuela. Adesso non puo' finire cosi'".

Commenti
    Tags:
    emanuela orlandicimitero teutonico
    Loading...
    in evidenza
    FRANCESCA MANZINI, CHE LEZIONE NUDA CONTRO IL BODYSHAMING

    Le foto e post dell'imitatrice

    FRANCESCA MANZINI, CHE LEZIONE
    NUDA CONTRO IL BODYSHAMING

    i più visti
    in vetrina
    WANDA NARA, CHE SCOLLATURA. GIULIA DE LELLIS TOPLESS E... Le foto delle Vip

    WANDA NARA, CHE SCOLLATURA. GIULIA DE LELLIS TOPLESS E... Le foto delle Vip


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Quando le Ruote da Sogno diventano eco-sostenibili

    Quando le Ruote da Sogno diventano eco-sostenibili


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.