A- A+
Cronache
Eutanasia, proposta legge M5s: possibile anche a casa, ok obiezione coscienza

Eutanasia: pdl M5s, possibile anche a casa. Ok obiezione coscienza

Il Movimento 5 stelle ha presentato una proposta di legge sull'eutanasia. Terminate le audizioni nelle commissioni Giustizia e Affari sociali della Camera, ora si attende il deposito del testo base e si procedera' con l'avvio dell'esame nel merito. La proposta targata 5 stelle prevede la possibilita' di ricorrere al "suicidio medicalmente assistito e il trattamento eutanasico" purche' "il soggetto sia maggiore di eta', capace di intendere e di volere, affetto da una condizione clinica irreversibile, ovvero da una patologia a prognosi infausta che non sia di natura psichiatrica o psicologica, tale da procurargli sofferenze evidenti, insostenibili e irreversibili, puo' chiedere in modo inequivocabile e come espressione piena della propria libera autodeterminazione di sottoporsi al suicidio medicalmente assistito o al trattamento eutanasico".

Inoltre, "la richiesta deve essere espressione di una scelta libera, attuale e consapevole, ponderata e volontaria e deve essere rivolta al medico che ha in cura il paziente ovvero a un medico fiducia del paziente, nonche' al suo medico di medicina generale". Il testo pentastellato, a prima firma Sarli, dispone che "il suicidio medicalmente assistito e il trattamento eutanasico siano garantite dal Servizio sanitario nazionale in strutture adeguatamente attrezzate o, qualora le condizioni del paziente non lo consentano, anche presso il suo domicilio, nel rispetto della dignita' del paziente e senza provocare sofferenze". La proposta di legge inserisce "nei livelli essenziali di assistenza (LEA) tutte le prestazioni correlate alle procedure del suicidio medicalmente assistito e del trattamento eutanasico, escludendo qualsiasi forma di compartecipazione alla spesa da parte del paziente". Infine, e' riconosciuta e disciplinata l'obiezione di coscienza del personale sanitario ed esercente le attivita' ausiliarie; in ogni caso, le "strutture del Servizio sanitario nazionale sono tenute a garantire il rispetto della volonta' manifestata" dal paziente e "qualora tale diritto non sia garantito, la struttura, ferme restando le conseguenze penali o civili, deve provvedere al risarcimento del danno morale e materiale provocato". Medici e personale sanitario che hanno assistito il paziente non sono punibili penalmente. 

Commenti
    Tags:
    eutanasiam5sleggeeutanasia in italiaeutanasia proposta di leggeproposta di legge sull’eutanasiaeutanasia m5seutanasia movimento 5 stelleeutanasia obiezione di coscienzaeutanasia a casa
    in evidenza
    Silvia Toffanin, addominali e lato b da urlo in vacanza in Francia. FOTO

    Costume

    Silvia Toffanin, addominali e lato b da urlo in vacanza in Francia. FOTO

    i più visti
    in vetrina
    Francesca Cipriani, esplosiva in piscina. Guendalina nuda, Belen e…FOTO VIP

    Francesca Cipriani, esplosiva in piscina. Guendalina nuda, Belen e…FOTO VIP


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    CUPRA rivela l’interno della concept car completamente elettrica

    CUPRA rivela l’interno della concept car completamente elettrica


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.