A- A+
Cronache
Forconi, proteste in tutta Italia. Scontri a Torino

ITALIA BLOCCATA/ Protesta di "forconi" e autotrasportatori da Nord a Sud. A Torino centro bloccato, manifestanti contro il palazzo della Regione Piemonte al grido di "Rivoluzione, Italia Italia". Scontri con la polizia e lancio di lacrimogeni, negozi costretti a chiudere. Disagi a Firenze e in Veneto, a Genova occupata la stazione Brignole. La mappa dei disagi - Foto

 

 

IL GOVERNO: Le richieste degli autotrasportatori sono state tutte accolte e "chi sciopera non ha motivi". E' quanto ha detto il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Maurizio Lupi in relazione alla protesta degli autotrasportatori che da oggi rischia di paralizzare l'Italia. Al momento sono segnalati presidi e volantinaggi in diverse città, fra cui Torino e Napoli. "Sia chiaro - ha chiarito Lupi - gli autotrasportatori che intenderanno scioperare non hanno tra le loro ragioni nessuna richiesta presentata al governo al ministero dei Trasporti che sia rimasta inevasa e che li giustifichi".

L'INTERVISTA DI AFFARI/ Il leader degli autotrasportatori in rivolta: "E' guerra, resteremo in piazza fino a Natale"

 

Il ministro ha ricordato a chi "ostinatamente vuole fare questo sciopero a tutti i costi, i numerosi incontri al ministero" cui hanno presenziato lui stesso e il sottosegretario Rocco Girlanda: "E' stato mantenuto il recupero dell'accisa sul gasolio, è stato rifinanziato il fondo per il sostegno al settore, è stato aperto un tavolo di confronto per i problemi degli autotrasportatori delle isole". "Si tratta di risultati positivi, infatti a fronte degli accordi sottoscritti tutte le associazioni sindacali di categoria hanno disdetto lo sciopero", che è stato invece confermato da una sola sigla, peraltro minoritaria. "Chi intende strumentalizzare le giuste esigenze dei lavoratori di questo settore - ha concluso il ministro - è ovviamente libero di farlo, ma si assume la responsabilità di violazioni della legge e dei minacciati blocchi con cui si vuole tenere in scacco un intero paese". E in una nota l'Autorità garante degli scioperi fa sapere che "qualora si dovessero verificare violazioni della legge nel fermo dell'autotrasporto confermato da alcune sigle del settore, l'Autorità garante degli scioperi "non esiterà ad applicare le sanzioni". L'astensione dovrà svolgersi "senza l'effettuazione di blocchi stradali o di iniziative sanzionabili ai sensi del codice della strada".

LA MAPPA DEI BLOCCHI
Movimento dei Forconi Concentramenti degli autotrasportatori Padova ( rotatoria SS.16 per Este ); Padova ( Uscita A13 Boara ); Padova ( Zona industriale ); Padova ( Uscita ovest ); Bergamo ( casello autostrada ); Milano ( Tangenziale ); Brescia ( M O F ); Brescia ( Uscita ovest ); Pavia ( Raffineria di Sanalzano ); Alessandria ( casello Novi Ligure - Serravalle ); Alessandria ( Rivalta Scrivia ); Alessandria ( Casello Tortona ); Asti ( casello uscita est ); Torino ( Orbassanno Grugliasco ); Torino ( Interporto ); Genova ( Porto tutti i varchi ); Genova ( casello Bolzaneto ); La Spezia ( Porto ); Cairo Montenotte ( SS. extra urbana ); Firenze ( casello Scandici ); Valdichiana ( casello uscita ); Arezzo ( casello uscita ); Livorno ( casello uscita ); Pontedera ( casello uscita ); Viareggio ( casello uscita ); Versilia ( casello uscita ); La Spezia ( casello uscita ); Danto Stefano ( casello uscita ); Barberino ( casello uscita ); San Benedetto ( casello uscita ); Porto S. Elpidio ( casello uscita ); Civitanova ( casello uscita ); Ancona ( casello uscita ); Roma ( uscita Fiano Romano ); Latina ( S.S. Pontina ); Frosinone ( casello uscita ); Anagni ( casello uscita ); Ferentino ( casello uscita ); Ceprano ( casello uscita );Teramo; Benevento ( casello Paolise ); Sarno ( casello uscita ); Nocera Pagani ( casello uscita ); Nocera Pagani ( casello uscita ); Battipaglia ( casello uscita ); Eboli ( casello uscita ); Sicignano ( casello uscita ); Padula ( casello uscita ); S. Severino ( casello uscita ); Salerno ( Porto ); Salerno ( Raccordo SA - RC ); Brindisi ( San Vito ), Brindisi ( terminal porto ); Taranto ( Raffineria ); Polignano ( Complanare Polignano Monopoli ); Andria / Barletta; Foggia; Potenza ( raccordo autostradale ), Lamezia Terme ( S.S.280 svincolo autostradale ); Rosarno ( casello uscita ); S. Onofrio ( casello uscita ); Olbia ( Porto ); Sassari; Cagliari ( Porto ); Oristano; S.S. 131.
 

LA CRONACA

Lancio di petardi davanti a Regione Lazio, 11 fermati - Poco dopo le 15, nel corso di un'iniziativa di solidarieta' al Comitato agricoltori riuniti e agli altri movimenti aderenti alla "protesta dei forconi", sono stati lanciati petardi e fumogeni nei pressi della sede della Regione Lazio in Via Giovanni Genocchi. Undici persone sono state fermate dalla polizia intervenuta sul posto e accompagnate negli uffici del Commissariato Colombo per accertamenti. Un altro presidio di un centinaio di manifestanti e' in piazzale dei Partigiani, di fronte alla Stazione Ostiense.

Torino, paralizzata piazza Statuto - Gruppi di manifestanti stanno creando gravissimi disagi al traffico di Torino, in piazza Statuto. Fermi sulle strisce pedonali in vari punti, hanno creato un ingorgo sulla grande rotatoria che va al rondo' della Forca e anche in corso San Martino, dove automobili e bus provenienti da e diretti a Porta Susa sono fermi e incolonnati sulla strada, con proteste e l'incessante suono dei clacson.

Torino, poliziotti tolgono casco manifestanti applaudono - Applausi a Torino da parte dei manifestanti quando i poliziotti davanti alla Regione Piemonte, terminato il lancio di oggetti da parte di gruppi di manifestanti, si sono tolti il caso. Scene analoghe sono successe anche in altri punti della citta', ad esempio in corso Bolzano davanti all'Agenzia delle Entrate, dove gruppi che protestavano violentemente sono stati respinti e anche qui, tornata una relativa calma, i poliziotti si sono tolti il casco. Sui social network sono postati e condivisi moltissimi video che ritraggono le scene con commenti di apprezzamento ed esultanza nei confronti della polizia.

Anche malati pro-Stamina aderiscono a proteste - L'Associazione Sicilia Risvegli onlus, per la difesa dei malati gravissimi, ha aderito alla protesta dei Forconi. Lo annuncia il vice presidente Roberto Iovine, che sta partecipando attivamente alla protesta di Catania. "Invito anche i disabili ad unirsi a questa rivoluzione di massa, che potrebbe cambiare questo infame e corrotto Paese", dice Iovine. Con Iovine c'e' anche il presidente di Sicilia Risvegli onlus, e vicepresidente del Movimento Vite sospese, Pietro Crisafulli. La decisione di scendere in piazza per bloccare l'Italia da parte dei malati e' legata alle ultime vicissitudini della vicenda Stamina. I malati gravissimi scendono in piazza per protestare contro questo "Stato traditore e assassino" che sta condannando a morte migliaia di persone, negando loro le cure compassionevoli. "Noi non ci stiamo", dicono i rappresentanti dei malati, "Piuttosto scegliamo la rivoluzione con i Forconi". Il Movimento Vite Sospese e Sicilia Risvegli invitano i manifestanti "a dare priorita' ai malati laddove si uniranno alla protesta, a lasciar passare le ambulanze, e ad aiutare i manifestanti disabili e dare loro il supporto necessario".

Forconi: Torino, tafferugli con forze dell'ordine
Violenza e tantissima confusione in piazza Castello a Torino dove il palazzo della Regione e' stato oggetto di un fittissimo lancio di razzi e fumogeni, con la polizia impegnata a respingere i manifestanti. Anche delle camionette dei carabinieri, arrivate in piazza, sono state bersagliate. La folla si e' allontanata a ondate fino in piazza Castello.

Forconi: allarme Cna-Fita Marche, vogliono paralizzare Paese
Per la Cna-Fita delle Marche "c'e' il forte sospetto" che il fermo dei tir, indetto da oggi alla fine settimana dal movimento dei 'Forconi', "e' una protesta che ha una regia precisa, il cui solo scopo e' portare il Paese alla paralisi, al caos e al blocco di tante attivita' produttive, che in questo periodo hanno piu' che mai bisogno di ricevere e consegnare merce". L'associazione artigiana e' una delle associazioni di categoria dell autotrasporto che non aderisce allo sciopero. Secondo il responsabile regionale, Riccardo Battisti, "non e' un fermo del settore autotrasporto, ma solo l'iniziativa di alcuni che aderiscono a sigle minoritarie del settore e che hanno deciso di partecipare a proteste concomitanti con altre categorie che hanno in animo forme di dissenso eclatanti". "Tra l'altro - ha concluso Battisti -, se sono vere alcune informative secondo le quali oggi , ai caselli autostradali delle Marche, sono in arrivo soggetti provenienti da altre regioni e che, in alcuni casi, potrebbero non avere nulla a che fare con la categoria, occorre vigilare ancor di piu' affinche' la libera circolazione sia garantita".

Forconi: presidio anche a Caserta, traffico rallentato
Sono circa un centinaio i manifestanti del movimento Forconi che si sono riuniti su viale Carlo III, all'altezza dello svincolo Marcianise/San Marco Evangelista, nel Casertano. Rallentamenti sulla strada dovuti all'attivita' di volantinaggio da parte di autotrasportatori che invitano alla mobilitazione generale. "Ci hanno accompagnati alla fame, ribellarsi e' un dovere", si legge su uno dei volantini. Presenti anche alcuni esponenti di Forza Nuova e del Movimento 5 Stelle. Presidiati dalla Polstrada i 5 svincoli autostradali di Tera di Lavoro.

Forconi: "Assassini del lavoro" e una bara, presidio a Sassari
Una bara con su scritto "commercianti", l'elenco delle tasse dovute e la conclusione "tassazione al 68%, assassini del lavoro" e' il simbolo a Sassari della manifestazione 'L'Italia si ferma'. Nella piazza d'Italia in un presidio, con circa duecento persone, sono stati distribuiti volantini e affissi striscioni: "Ci hanno accompagnato alla fame, hanno distrutto l'identita' di un Paese, hanno annientato il futuro di intere generazioni" e "Sovranita' monetaria", si legge in alcuni. Tra i manifestanti, il Movimento artigiani e commercianti sardi, i sostenitori della zona franca integrale, studenti.

Forconi: presidi senza incidenti nelle Marche
Presidi all'esterno dei principali caselli autostradali dell'A14, da Ancona verso il sud della regione, ma niente disagi per il traffico e, al momento, nessun incidente per la protesta degli autotrasportatori. Nel complesso la situazione del traffico merci non sta subendo ritardi e in tutta la regione non sono segnalate problematiche particolari. Ad Ancona, insieme ai 'forconi' si sono aggiunti alcuni precari e disoccupati, cosi' come nel centro storico di Urbino.

Forconi: Movimento AntiEquitalia blocca traffico a Cagliari
Bloccano via Pintus, la strada che porta all'Agenzia delle entrate a Cagliari, e provocano disagi al traffico di via Vesalio e al transito della metropolitana leggera i circa cento manifestanti anti-Equitalia che stamane aderiscono alla protesta nazionale dei "Forconi". Durante presidio, caratterizzato da bandiere tricolori e dei Quattro Mori, c'e' stato qualche momento di tensione con gli automobilisti che non riuscivano a passare. Il movimento, ancorauna volta, chiede la "cacciata" di Equitalia dalla Sardegna e l'alleggerimento di una pressione fiscale considerata non piu' sostenibile.

Forconi: Torino, liti con automobilisti a Porta Susa
Liti e cori contro gli automobilisti a Porta Susa, a Torino, da parte del troncone di manifestanti del movimento dei forconi che sta cercando di bloccare la circolazione stradale sia in piazza XVIII dicembre davanti alla vecchia stazione di porta Susa, sia in corso Bolzano alla stazione nuova. Un gruppo e' anche sceso sulle banchine dei binari.

Tir: migliaia in piazza a Torino. ''L'Italia migliore siamo noi''
Sono diverse migliaia le persone accorse questa mattina alla manifestazione convocata dal cosiddetto movimento dei forconi che sta bloccando l'autotrasporto in Italia. Nella centralissima piazza Castello di Torino, davanti al palazzo della Regione, c'e' anche una persona che impugna una forca e ha appeso al collo un cartello con scritto ''Non ci farete fare questa fine''. Tantissime le bandiere tricolori e lungo la cencellata di Palazzo Reale, numerosi striscioni: ''L'Italia migliore siamo noi: le persone normali'', e' uno di questi. In citta' la gran parte dei negozi sono chiusi. Alcuni per il turno settimanale di riposo ma molti per solidarieta' oppure soltanto per timore. Anche i sevizi taxi sono ridotti al minimo. La situazione per il momento e' tranquilla, la gente si appresta a un corteo lungo Via Pietro Micca mentre carabinieri in assetto antisommossa sono a presidio del palazzo della Regione.

Forconi: rallentamenti sulla 16,su Foggia-San Severo e Carapelle
E' in corso anche nel foggiano la protesta dei cosiddetti Forconi: dalle prime ore di stamani una quarantina di autotrasportatori si sono concentrati in una piazzola di sosta, nei pressi di una stazione di servizio sulla statale 16, tra Foggia e San Severo. Al momento non si segnalano grosse difficolta' alla circolazione ma solo qualche rallentamento. Maggiori disagi dall'altra parte della statale 16 in direzione Cerignola dove i "forconi" hanno predisposto un presidio nei pressi di Carapelle.

Forconi: disagi al casello Bolzaneto e varchi porto a Genova
Disagi anche a Genova, al casello autostradale di Bolzaneto, al varco portuale di San Benigno e nel centro citta', dove e' in corso una manifestazione, per lo sciopero degli autotrasportatori aderenti a TrasportoUnito, nell'ambito della protesta dei forconi che ha proclamato un blocco fino 13 dicembre. I mezzi pesanti diretti al mercato ortofrutticolo hanno bloccato l'uscita del casello autostradale di Bolzaneto provocando disagi nei pressi dello svingolo con rallentamenti anche in autostrada. Disagi al traffico anche nei pressi delle rampe di accesso al varco portuale di San Benigno. Nel centro cittadino, intanto, un centinaio di manifestanti, molti con il Tricolore in mano, sta manifestando tra piazza De Ferrari e via XX Settembre. Partecipano alla protesta molti cittadini, giovani, pensionati, esodati e disoccupati. La circolazione nella zona e' bloccata.

Protesta tir: Ferro (Forconi), politici rispondano sul merito
Politici e autorita' "devono rispondere sul merito della protesta e non sul metodo". Cosi' Mariano Ferro, leader del Popolo dei Forconi, replica alle note diffuse dal ministro dei Trasporti Lupi e dall'Autorita' Garante degli scioperi. "Non devono dirci cosa fare e non fare - afferma all'Agi Ferro - noi ci prendiamo le nostre responsabilita'; devono dire qualcosa a chi perde il lavoro e a chi lavora e non guadagna piu' nulla". "Il paese e' in ginocchio - sostiene ancora Ferro - e loro spostano il baricentro su altro. Ma se succede qualcosa non e' colpa di chi protesta ma di una classe politica che non vuole ascoltare". "Noi comunque - aggiunge - lavoreremo perche' rischi non ce ne siano". Secondo Ferro il pericolo "di inquinamento e' sempre dietro la porta, ma bisognerebbe chiedersi perche' accade tutto questo e non dire che dietro c'e' Forza Nuova o l'estrema sinistra"; "Noi abbiamo chiesto di scendere in piazza perche' non ne possiamo piu': il Paese non riparte se e' schiacciato dalle tasse". Quanto alle dichiarazioni del ministro Lupi, secondo cui le richieste degli autotrasportatori sono state tutte accolte e chi sciopera non ha motivi, Ferro risponde: "Lupi confonde gli autotrasportatori con le sigle sindacali. Sono cose diverse. I fondi vengono assegnati ma agli autotrasportatori non arriva neppure una lira". La protesta di domani - conclude - avra' un'adesione "superiore alle attese"; "nessuno sa quanti saranno i presidi, ma vedrete che non saranno cento".

Sciopero Tir: presidi e volantinaggi su strade Lombardia
Presidi e volantinaggi su diverse strade della Lombardia ma per ora nessun blocco ne' disagi per la protesta dei tir. Gli autotrasportatori in protesta si sono radunati nelle prime ore della mattina tra gli altri punti sulla tangenziale di Brescia (una centinaio secondo gli organizzatori), a Treviglio nel bergamasco (una cinquantina) a Lodi, ad Arese nel milanese e alla periferia del capoluogo a Molino dorino.

Forconi: nel napoletano volantinaggio e presidio
Nel Napoletano lo sciopero dei 'forconi' questa notte ha visto una azione di volantinaggio sulla strada statale 7 bis all'altezza di Nola, e un tentativo di "sensibilizzazione" nei pressi del casello di Palma Campania sulla A/30 di circa 60 manifestanti, invitati a spostarsi su una strada poco distante dalle forze dell'ordine.

 Protesta tir: Questore Napoli, garantire libera circolazione
Scatta alle 19 l'allarme per il rischio paralisi delle autostrade a Napoli e in Campania nell'ambito della mobilitazione "L'Italia si ferma" organizzata dal movimento "Forconi" e da altri gruppi. Il questore di Napoli, Luigi Merolla nei giorni scorsi ha invitato quanti manifesteranno alla massima collaborazione, "affinche' vengano garantiti i diritti di coloro che non sono interessati alle iniziative preannunciate, primo fra tutti il diritto alla libera circolazione, e nel contempo venga garantito il regolare funzionamento dei servizi pubblici essenziali".

 

Tags:
protesteforconistrade
Loading...
in vetrina
VANESSA INCONTRADA SEXY. "FEMMINA SUBLIME". MARCUZZI SENZA REGGISENO. FOTO

VANESSA INCONTRADA SEXY. "FEMMINA SUBLIME". MARCUZZI SENZA REGGISENO. FOTO

i più visti
in evidenza
Taylor Mega lato B da urlo La modella fa gol in bikini. VIDEO

Influencer manda il web in delirio

Taylor Mega lato B da urlo
La modella fa gol in bikini. VIDEO


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Opel: di… Corsa, destinazione futuro

Opel: di… Corsa, destinazione futuro


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.