A- A+
Cronache
Google, centinaia di dipendenti in piazza contro molestie sessuali. VIDEO

Protesta oggi dei dipendenti di Google in tutto il mondo, non soltanto donne, contro i casi di molestie sessuali accaduti all'interno dell'azienda. Casi che sono stati denunciati ma i cui autori, secondo le accuse, non sarebbero stati sufficientemente puniti dal gigante del web che anzi in alcuni casi avrebbe offerto loro favolose buonuscite per abbandonare l'azienda.

In centinaia sono scesi in piazza nelle diverse citta', tra cui Londra, Tokyo, Singapore, Berlino e Zurigo e Haifa. Dal canto suo, la scorsa settimana Google ha dichiarato di aver licenziato 48 impiegati negli ultimi due anni - tra cui 13 alti dirigenti - a seguito di tali accuse, annunciando "una linea sempre piu' dura" su comportamenti inappropriati. Lo scandalo e' emerso dopo le rivelazioni del New York Times il quale aveva raccontato che un dipendente di Google senior, il creatore di Android Andy Rubin, ha ricevuto una buonuscita del valore di 90 milioni di dollari mentre si trovava sotto accusa per cattiva condotta e molestie sessuali. Un portavoce di Rubin aveva poi respinto le accuse, dicendo che Rubin ha lasciato invece Google di sua iniziativa. 

I lavoratori vogliono sostenere chiunque, in qualsiasi posto di lavoro, abbia subito molestie e chiedono garanzie sul fatto che i perpetratori di tali molestie non siano protetti o premiati. L'amministratore delegato di Google, Sundar Pichai, ha inviato un messaggio ai dipendenti martedi' scorso, nel quale si e' detto "profondamente dispiaciuto per le azioni passate e il dolore che hanno causato ai dipendenti" e specificando che nessuna delle persone che si e' dimessa o che e' stata licenziata a causa di molestie sessuali negli ultimi due anni ha ricevuto "una buonuscita".

"Siamo seriamente intenzionati a garantire un ambiente di lavoro sicuro e inclusivo", ha detto Pichai nell'e-mail inviata la scorsa settimana.   Le preoccupazioni di Google si sono aggiunte al coro crescente di voci che denunciano l'esistenza di una cultura sessista nella Silicon Valley dominata dagli uomini.

Commenti
    Tags:
    googlemolestiemetoo
    in evidenza
    Stati Uniti e Cina litigano sul 5G Ma Huawei lavora già al 6G

    Guerra fredda tech

    Stati Uniti e Cina litigano sul 5G
    Ma Huawei lavora già al 6G

    i più visti
    in vetrina
    Crisi, le reazioni social: da De Falco a Salvini, ecco le più virali. FOTO

    Crisi, le reazioni social: da De Falco a Salvini, ecco le più virali. FOTO


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Nissan Juke, svelate le foto della seconda generazione in arrivo a settembre

    Nissan Juke, svelate le foto della seconda generazione in arrivo a settembre


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.