A- A+
Cronache
Governo, gran maestro Magaldi: "M5s-Lega ok, nel team massoni progressisti"
Gioele Magaldi

"Il governo “gialloverde” di Giuseppe Conte accoglierà  anche i massoni, ma saranno liberi muratori progressisti". Parola al Movimento Roosevelt

“Alcuni dei ministri del nascente governo Conte saranno massoni. Per la precisione, massoni progressisti. Un plauso va fatto innanzitutto alla Lega e al Movimento 5 Stelle perché di fatto, anche se ancora non di diritto, hanno superato qualsivoglia discriminante nei confronti della massoneria. Spiegheremo poi, nei tempi e nei modi che riterremo più opportuni, chi sono questi fratelli massoni. E lo faremo, ovviamente, dopo che l’esecutivo si sia insediato e i ministri siano stati confermati”. Con queste parole, Gioele Magaldi, Presidente del Movimento Roosevelt, ha voluto rassicurare tutti quei cittadini- massoni e non- che hanno appreso con inquietudine della illiberale e anticostituzionale norma “anti-massoneria” presente nel contratto di governo Lega-M5S.

Questi temi sono stati dibattuti durante la consueta chiacchierata politica con Marco Moiso, coordinatore generale del Movimento Roosevelt, nella rubrica video "Il punto di vista Rooseveltiano" (https://www.youtube.com/watch?time_continue=1&v=Me0c2abJxgI) dove, di volta in volta, viene offerta un’analisi puntuale sullo scenario politico italiano e internazionale.

Nei giorni scorsi, un grido di allarme sulle implicazione del contratto di governo Lega-M5S era stato lanciato, tra gli altri, dal Premio Nobel Paul Krugman, economista liberal post-keynesiano nonché massone progressista, il quale ha parlato di una calata dei barbari e della gravità di quanto sta accadendo all’Italia con l’avvento al potere di leghisti e pentastellati. Magaldi ha voluto rassicurare Krugman e tanti altri sul fatto che quello stipulato tra Matteo Salvini e Luigi Di Maio è un contratto di natura privatistica che ha una valenza di indirizzo generico -non vincolante sulle attività delle istituzioni e non sovraordinato alle norme costituzionali-  e che se al suo interno vi sono delle clausole contrarie ai principi inderogabili della Costituzione, esse vanno considerate nulla e prive di qualsivoglia conseguenza pratica (sul punto, si veda anche: http://www.libreidee.org/2018/05/magaldi-al-fratello-krugman-a-roma-non-ci-sono-i-barbari/).

Non vi è nessuna presa di Roma o di Palazzo Chigi da parte dei “barbari”. Tutto si sta svolgendo regolarmente, a dispetto di quegli ipocriti che si stanno stracciando le vesti dopo aver condotto l’Italia alla decadenza sociale ed economica. Semmai, un’invasione barbarica c’è stata nel 2011, con Mario Monti e la sue politiche, che hanno devastato la società e l’economia, alimentando per di più discredito verso le istituzioni europee.  

Pertanto, l’inibizione ai cittadini iscritti alla massoneria di accedere a cariche istituzionali è da ritenersi nulla in termini di diritto in quanto anticostituzionale, e inapplicata di fatto anche da Lega e M5s, nonostante la norma del cosiddetto “contratto”. Comunque, il Movimento Roosevelt si adopererà in ogni modo per convincere gli amici leghisti e pentastellati che va fatto anche un atto politico ufficiale e limpido di disconoscimento del comma “anti-massoneria”. E non solo: il Movimento Roosevelt si batterà come ha sempre fatto, fin dalla sua creazione, per tutelare i diritti di tutti e di ciascuno, di qualunque categoria di cittadini a prescindere dall’ orientamento filosofico, religioso, culturale, politico, associativo degli uni e degli altri. Il MR sarà altresì puntiglioso nel vagliare ogni provvedimento dell’esecutivo, supportandone le istanze feconde per l’interesse collettivo e combattendo ogni iniziativa che si rivelasse controproducente e inopportuna. Il nuovo governo, del resto, non potrà agire se non nell’alveo dello stato di diritto e dei presupposti costituzionali della Repubblica italiana. Nondimeno, i rooseveltiani sono convinti che questo imminente esecutivo “giallo-verde” potrà essere latore di molte buone istanze di rinnovamento nell’economia e nella società italiana.

Il Movimento Roosevelt fa quindi i suoi migliori auguri di un buon lavoro al premier incaricato Giuseppe Conte e auspica fortemente che al suo fianco, come ministro dell’Economia e delle Finanze, sia designato Paolo Savona, personaggio di indubbia statura politico-istituzionale, di solidissime competenze tecniche  e di grande esperienza internazionale.

Si rende poi noto che stasera, salvo impedimenti dell’ultimo minuto, il Presidente del Movimento Roosevelt Gioele Magaldi approfondirà il tema della presenza di massoni nel prossimo governo “giallo-verde” (a maggioranza Lega-M5S) nel corso della trasmissione “La Zanzara”, condotta da Giuseppe Cruciani e David Parenzo su Radio 24.”

Tags:
governo m5s legamassoneria
in evidenza
Ratajkowski versione coniglietta Emily scalda la rete. LE FOTO

Show della modella juventina

Ratajkowski versione coniglietta
Emily scalda la rete. LE FOTO

i più visti
in vetrina
Grande Fratello 2019, MILA SUAREZ: CONFRONTO CON ALEX BELLI. NOMINATION E...

Grande Fratello 2019, MILA SUAREZ: CONFRONTO CON ALEX BELLI. NOMINATION E...


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Opel Insignia: quando l’ammiraglia si da’ all’off-road

Opel Insignia: quando l’ammiraglia si da’ all’off-road


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.