A- A+
Cronache
Indonesia, anche nell'Oceano Indiano si allunga l'ombra della Jihad

Indonesia: si allunga l'ombra dell'estremismo islamico

Ad aprile Anies Baswedan, ex ministro della Cultura indonesiano, e' stato eletto governatore della regione di Jakarta, battendo il governatore uscente Basuki Tjahaja Purnama, dopo una campagna dai toni molto accesi. Purnama, meglio noto come Ahok, e' cristiano, vicino al presidente Joko Widodo, ed e' stato appena condannato a 2 anni di carcere per "blasfemia"; mentre Baswedan e' musulmano. E non e' l'unico elemento a indicare l'ascesa dell'estremismo in un Paese come l'Indonesia, il piu' popoloso Stato musulmano al mondo, conosciuto per il suo pluralismo e il clima di tolleranza.

I moderati e liberali indonesiani sono infatti allarmati perche' Baswedan ha ricevuto l'appoggio di alcuni personaggi dell'orbita islamista. Uno di questi e' Muhammad al-Khaththath, leader del Muslim Community Forum - una formazione ultra conservatrice - che lo scorso marzo e' stato arrestato dalle autorita' con l'accusa di voler portare a termine un colpo di Stato. Al Khaththath nel corso di febbraio aveva guidato delle manifestazioni in cui ha apertamente criticato il secolarismo indonesiano, annunciando di volerlo spazzare via in favore di una stretta applicazione della legge islamica, la sharia, in cui i cristiani dovrebbero rinunciare ai loro incarichi pubblici. Parole dure le ha anche riservate al presidente Joko Widodo, definito in una occasione "un musulmano che non capisce cosa significhi essere tale". Esempio fino a pochi anni fa di convivenza pluralista delle religioni, l'Indonesia ha proprio nella Costituzione la tutela della liberta' di culto, con sei religioni riconosciute: oltre all'islam, il cattolicesimo, il protestantesimo, l'induismo, il buddismo e il confucianesimo. Eppure proprio questa tolleranza e' a rischio. Interessante e' il ruolo dell'Arabia Saudita.

A marzo e' sbarcato a Giacarta, accompagnato da un entourage di circa mille persone -tra cui 10 ministri e 25 principi, e un totale di 506 tonnellate di bagagli (compresi due ascensori) il Re Salman bin Abd al aziz Al Saud. Era dal 1970 che un sovrano saudita non visitava l'arcipelago indonesiano, una attestazione implicita del suo soft power che, quando si parla di Riad, fa rima con wahhabismo, l'interpretazione integralista alla dell'Islam. Fino a qualche tempo fa, il wahhabismo in Indonesia non esisteva. Il pensiero filosofico alla base delle politiche del partito che dall'inizio del nuovo millennio esprime il Capo di Stato, il Partai Demokrat (PD) - fondato dall'ex presidente Susilo Bambang Yudhoyono e che ha visto una donna, Megawati Sukarnoputri, Capo di Stato nel 2001- e' l'antitesi di quello wahhabita, e' il Pancasila, fondato sui concetti di civilta' umana, unicita' di Dio, giustizia sociale, democrazia rappresentativa, unita' nazionale. Ma l'Indonesia ha bisogno di circa 25 miliardi di dollari di investimenti e questa necessita' sembra sposarsi alla perfezione con l'attivismo saudita.

Tags:
indonesiaoceano indianojihad

in vetrina
Micaela Ramazzotti al pub con Gabriele Muccino dopo l’addio a Virzì. FOTO

Micaela Ramazzotti al pub con Gabriele Muccino dopo l’addio a Virzì. FOTO

i più visti
in evidenza
"I miei abiti durano nel tempo Ecco la vera moda sostenibile"

Giorgio Armani si racconta

"I miei abiti durano nel tempo
Ecco la vera moda sostenibile"

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Mercedes Classe E All-Terrain 4x4 al quadrato un esemplare unico

Mercedes Classe E All-Terrain 4x4 al quadrato un esemplare unico

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.