Fondatore e direttore
Angelo Maria Perrino

Libia, Cnn: aste di migranti venduti a 400 dollari

Libia choc: aste di migranti venduti a 400 dollari

Libia, Cnn: aste di migranti venduti a 400 dollari

Migranti venduti all'asta per 400 dollari: avviene in Libia, dove migliaia di persone sono bloccate in attesa di prendere il mare per arrivare in Europa. A raccontarlo in esclusiva e' la Cnn che fornisce anche un video di un'asta durante la quale in pochi minuti sono stati venduti una diecina di uomini. Per "500, 550, 600, 650" dinari, le mani si alzano in continuazione e in poco tempo gli uomini, rassegnati al loro destino, vengono passati ai loro nuovi padroni. Inizialmente la Cnn era entrata in possesso di un video con la vendita di due uomini, di cui un nigeriano, ed ha mandato in Libia giornalisti per approfondire. I video girati a Tripoli il mese scorso sono stati consegnati alle autorita' libiche che hanno promesso un'indagine.

Nel filmato ottenuto dalla Cnn si sentiva il battitore che pubblicizzava la 'merce', indicando un paio di "ragazzoni per i lavori agricoli". I due sono stati venduti per 1200 dinari, circa 800 dollari. Una volta a Tripoli, i giornalisti dell'emittente americana hanno visto mettere in vendita un uomo presentato come un valente "scavatore, un uomo forte che scava". Hanno anche incontrato alcuni dei migranti battuti all'asta, "troppo traumatizzati da quello che avevano appena vissuto che non riuscivano neanche a parlare, e cosi' spaventati da essere sospettosi di chiunque incontrassero". "La situazione e' catastrofica - ha commentato Mohammed Abdiker, direttore delle emergenze per l'Organizzazione internazionale per le migrazioni (Oim) - Alcuni resoconti sono veramente orripilanti e le ultime notizie di 'mercati di schiavi' per migranti possono essere aggiunti alla lunga lista di oltraggi". 

 

Migranti: Onu, collaborazione Ue-Libia "inumana"

 

Per l'Onu e' "inumana" la collaborazione tra l'Ue e la Libia per fermare il flusso dei migranti. Lo ha detto l'Alto commissario per i diritti umani, il principe giordano Zeid Raad al-Hussein.

La politica dell'Unione europea di sostegno alla Guardia costiera libica perche' intercetti i migranti nel Mediterraneo e li riconsegni alle "terrificanti" prigioni in Libia e' "inumana", spiega Al Hussein. "La sofferenza dei migranti detenuti in Libia e' un oltraggio alla coscienza dell'umanita'", continua il principe in una nota.


In Vetrina

Grande Fratello Vip 2 sesso. Di nuovo sesso al GF VIP 2. Cecilia e Ignazio...

In evidenza

Fare sesso fa bene alla salute Soprattutto d'inverno: 5 motivi
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare

Motori

Con Peugeot vinci la Dakar 2018

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.