A- A+
Cronache
Mafia: affari e massoneria nell'Agrigentino, 7 arresti tra Licata e Palermo

Mafia e massoneria. I carabinieri del Ros e del comando provinciale di Agrigento hanno eseguito un provvedimento di fermo, emesso dalla Direzione distrettuale antimafia di palermo, nei confronti di 7 persone indagate per associazione mafiosa e concorso esterno in associazione mafiosa. Al centro delle indagini la famiglia mafiosa di Licata, punto di riferimento sul territorio agrigentino, di cui sono stati delineati gli assetti e le gerarchie. Nel corso della indagini è stato documentato il controllo, esercitato anche in altre province, delle attività imprenditoriali e degli appalti nell'Agrigentino e il ruolo occupato nella cosca da due massoni che, all'epoca delle indagini culminate nell'operazione "Halycon", ricoprivano il ruolo di maestri venerabili di due distinte logge.

Al centro delle indagini che hanno portato al fermo di sette persone nell'ambito di una operazione che ha smantellato una rete criminale tra Licata e Palermo, c'è "c'è la famiglia mafiosa di Licata, al cui vertice, nella qualità di promotore e organizzatore, è risultato essere il pregiudicato Giovanni Lauria, il quale presiedeva a riunioni ed incontri con gli altri associati, gestendo e pianificando tutte le relative attività ed affari illeciti,
mantenendo il collegamento con esponenti di altre famiglie di cosa nostra della Sicilia Orientale, al fine di progettare la realizzazione di attività volte ad alterare le ordinarie e lecite dinamiche imprenditoriali". E' quanto dicono gli inquirenti. L'operazione è stata condotta dai Carabinieri del Ros e del comando provinciale di Agrigento.

MAFIA, M5S: INCHIESTE SIMBOLO DEL PAESE MALATO CHE NON VOGLIAMO PIÙ

"Stando ai particolari che iniziano ad emergere e che dovranno essere confermati in giudizio, le operazioni che stamattina hanno portato a 7 fermi in Sicilia e 17 arresti in Calabria, per reati connessi all'attività associativa mafiosa, possono essere considerate il triste simbolo del Paese che non vogliamo più: quello malato, deviato e con un sistema di valori capovolto.Politici, funzionari pubblici, imprenditori ed esponenti della criminalità organizzata (ovviamente in minoranza rispetto alla stragrande maggioranza di persone perbene) sarebbero stati le leve di un meccanismo che stritola cittadini onesti e territori. Grazie ad inquirenti e forze dell'ordine, che lottano ogni giorno per estirpare la presenza mafiosa dai territori. Sta a tutti noi, alla parte sana dell'Italia, mettere in pratica i principi di legalità e di una cultura libera e antimafia". Così in una nota i parlamentari del MoVimento 5 Stelle in Commissione Antimafia.

Commenti
    Tags:
    mafiamassoneriamafia agrigentolicata arrestiarresti affari massoneria
    Loading...
    in evidenza
    Champions, Atalanta agli ottavi Ansia Sorteggio: Barça, Psg o...

    'MAGO' GASPERINI: "VITTORIA DEL CALCIO ITALIANO"

    Champions, Atalanta agli ottavi
    Ansia Sorteggio: Barça, Psg o...

    i più visti
    in vetrina
    Grande Fratello Vip 4 Cast PAOLA DI BENEDETTO CHE INDIZIO! Gf Vip 4 news

    Grande Fratello Vip 4 Cast PAOLA DI BENEDETTO CHE INDIZIO! Gf Vip 4 news


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    La “Coscienza” di ACI per la Cultura della Guida #GUIDACONCOSCIENZA

    La “Coscienza” di ACI per la Cultura della Guida #GUIDACONCOSCIENZA


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.