A- A+
Cronache
Matilde, campionessa con sindrome di down. Ma un gap legislativo non l'aiuta

Matilde, la campionessa di golf che sogna un'occasione

Campionessa Italiana Special Olympics Golf, convocata alla partecipazione dei Campionati Mondiali del 2019. Ma non solo. Diplomata in un istituto d'arte, lavora da volontaria come assistente in cucina e in mensa scolastica, ha un attestato di acconciatore con valore di specializzazione e uno di truccatore artistico emesso dalla Regione Lombardia con applicazioni in trucco correttivo, fotografico, cine-televisivo, teatrale, effetti speciali base e body painting. Ancora non è abbastanza: ora sta studiando anche pittura, in particolare la tecnica dell'acrilico su tela. 

Un curriculum stupefacente, quello di Matilde, ragazza di 25 anni che vive a Milano. Matilde ha la sindrome di down e nella sua vita ha raccolto certificati, titoli, vittorie, sfide, esperienze e grandi successi. Un curriculum tanto ricco e variopinto da lasciare a bocca aperta chiunque. Soprattutto chi pensa che “differenza” non significhi altro che “limiti”.

Ora Matilde vorrebbe un lavoro appagante che la renda autosufficiente a livello economico. Ha studiato molto e ha ottenuto così tanto, che vorrebbe non dover limitarsi a stage infiniti o lavori di ripiego. Certamente una persona con sindrome di down può avere tempi di apprendimento diversi e potrebbe necessitare di un sostegno. Ma Matilde in fondo sogna solo di avere le stesse opportunità di tutti. Detto in altre parole, poter ambire a un lavoro ottenuto in base alle proprie capacità e al percorso formativo svolto.

Il problema è che però in Italia esiste un gap legislativo. La legge sulle Categorie Protette promuove l’inserimento nel mondo lavorativo delle Persone Disabili e delle Persone a cui la legge riconosce una condizione di svantaggio. Ma le persone con Sindrome Down non sono tutelate. La percentuale di chi non è mai entrato nel mercato del lavoro è elevata anche tra coloro che hanno limitazioni funzionali lievi. Infatti meno di una persona su tre con sindrome di down lavora.

Come risolvere il problema? Occorrerebbero sgravi fiscali per i datori di lavoro che assumo questi ragazzi. La decisione di impiegarli non dovrebbe essere circoscritta a un atto di buon cuore, ma un’effettiva opzione, come tante altre possibili per le imprese. Ecco allora che il risparmio, in termini di tasse pagate, potrebbe bilanciare (anche a livello economico) una possibile minore produttività, maggiore lentezza nell’apprendimento o più limitata indipendenza del lavoratore.

Il sogno di Matilde e di migliaia di persone con la sindrome di down perché si avveri richiede lungimiranza e un intervento legislativo. Ma richiede anche l'aiuto delle persone. Matilde ha lanciato un blog, Matilde in Wonderland, che parla di lei, dove racconta il suo sogno e sono pubblicato molte fotografie. Chiunque, diffondendo la sua storia, può aiutare lei e tanti altri ad avere le opportunità che meritano.

Tags:
matildedownsindrome down

in evidenza
Da Picasso all'arte islamica in Iran Jaca Book, ecco i libri in uscita

Novità editoriali

Da Picasso all'arte islamica in Iran
Jaca Book, ecco i libri in uscita

i più visti
in vetrina
Diletta Leotta: "Gol dell'anno? Voto Brignoli. E il Contadino cerca moglie..."

Diletta Leotta: "Gol dell'anno? Voto Brignoli. E il Contadino cerca moglie..."

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Rimini Street Food, la prima guida ai cibi di strada, sbarca in televisione

Rimini Street Food, la prima guida ai cibi di strada, sbarca in televisione

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.