A- A+
Cronache
Migranti, la Farnesina risponde all'Onu: "Allarme infondato e ingiusto"
Foto LaPresse

FARNESINA: ITALIA PARTECIPA A OPERAZIONI DI SALVATAGGIO NEL MAR MEDITERRANEO

"L'Italia ritiene inappropriate, infondate e ingiuste le dichiarazioni odierne dell'Alto Commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani, Michelle Bachelet, relative a presunte inadempienze italiane in materia di rispetto dei diritti umani dei migranti". E' quanto si legge in una nota divulgata dalla Farnesina nella notte. "Da anni - prosegue - l'Italia è impegnata in operazioni di soccorso e salvataggio di persone nel Mar Mediterraneo, cui hanno fatto e fanno seguito onerose e complesse politiche di prima accoglienza nel territorio nazionale. Di queste operazioni, l'Italia ha assunto il costo prevalente, in termini di impiego di risorse umane, mezzi, finanze e soprattutto, impatto sociale e percezione del medesimo".

MIGRANTI, LA FARNESINA RISPONDE ALL'ONU: ITALIA AIUTA CON INIZIATIVE DIRETTE I MIGRANTI E I LORO DIRITTI

"Inoltre - si legge ancora - l'Italia ha assicurato azioni concrete di sostegno ai Paesi di origine e di transito dei migranti, con progetti di cooperazione e di assistenza in svariati settori: dal controllo delle frontiere alla formazione, all'istruzione, alla sicurezza, all'emergenza sanitaria e alimentare, al miglioramento delle condizioni di vita nei campi di accoglienza. Vasti strati della società civile italiana sono stati e sono impegnati in svariate iniziative, caratterizzate da un approccio di aiuto ai migranti e rivolte alla tutela dei diritti e degli interessi di coloro che intraprendono viaggi terribili e restano vittime di sfruttatori e trafficanti di esseri umani con la speranza di una vita migliore, lontana da guerre, distruzione, povertà e carestie".

FARNESINA IN RISPOSTA A ONU: LA TRAGEDIA DELLE MIGRAZIONI ALL'ATTENZIONE DELL'UE

"L'Italia - si afferma inoltre nella nota della Farnesina - ha sollecitato le organizzazioni internazionali delle quali fa parte a condividere lo sforzo in uno spirito di equa e concreta solidarietà. Più volte, la tragedia delle migrazioni e il suo impatto in Europa è stata portata all'attenzione dell'Unione Europea, poiché pensiamo che dovrebbe attivarsi con ben più efficacia e reale condivisione di quanto abbia fatto sinora".

"Anche le Nazioni Unite - si ricorda nella nota - sono state sensibilizzate: in particolare, abbiamo contribuito a portare il prioritario tema delle migrazioni nel dibattito dell'Assemblea Generale dell'ONU. Abbiamo tentato di spingere le Agenzie specializzate delle Nazioni Unite - UNHCR, OIM innanzitutto - a intensificare la loro mobilitazione e a rendere più efficiente, sistematica e capillare la loro doverosa presenza e opera nei Paesi d'origine dei migranti, in quelli in Libia limitrofi, in quelli di transito e infine, in quelli dai quali i migranti arrivano in Europa. L'Italia è pronta a confrontarsi sui reali risultati dell'azione ONU e sul suo effettivo impatto in proporzione alla magnitudo degli epocali flussi migratori".

FARNESINA RISPONDE ALL'ONU: CONTRAZIONE DELL'80% DEGLI SBARCHI DEI MIGRANTI "ALLARME INFONDATO"

"Qualche dato può - forse - aiutare la neo-insediata Alto Commissario a comprendere meglio", conclude. "L'Italia ha salvato decine di migliaia di persone nel Mediterraneo, spesso da sola, come è stato più volte riconosciuto, fra l'altro ai più alti livelli dell'Unione Europea. Grazie al nostro contributo decisivo, si riscontra una riduzione del 52% delle vittime di naufragi nel Mediterraneo, dall'inizio del 2018, rispetto allo stesso periodo del 2017. Ne siamo orgogliosi. E siamo fieri che i nostri sforzi - umanitari, politici, diplomatici, finanziari, materiali - abbiano determinato la contrazione dell'80% degli sbarchi di migranti sulle coste italiane e dunque, europee, negli ultimi 12 mesi".

MIGRANTI: MSF, CENTO POSSIBILI VITTIME IN NAUFRAGIO AL LARGO DELLA LIBIA

Più di 100 persone sono morte in un naufragio al largo della costa libica avvenuto ai primi del mese, hanno denunciato i sopravvissuti a un team di Medecins sans Frontieres che opera in Libia. Un gruppo di 276 persone, fra cui i sopravvissuti del naufragio, sono stati portati lo scorso due settembre dalla Guardia costiera libica nel porto di Khoms, 120 chilometri a est di Tripoli. MSf, rende noto l'organizzazione in un tweet, ha fornito loro assistenza medica urgente in seguito allo sbarco.

Commenti
    Tags:
    migrantifarnesinaonudiciotti

    in evidenza
    "I miei abiti durano nel tempo Ecco la vera moda sostenibile"

    Giorgio Armani si racconta

    "I miei abiti durano nel tempo
    Ecco la vera moda sostenibile"

    i più visti
    in vetrina
    Massimiliano Allegri e Ambra Angiolini si sposano: nozze a giugno 2019

    Massimiliano Allegri e Ambra Angiolini si sposano: nozze a giugno 2019

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Dal 15 novembre scatta l’obbligo del montaggio di pneumatici invernali

    Dal 15 novembre scatta l’obbligo del montaggio di pneumatici invernali

    Abiti sartoriali da Uomo, Canali

    Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.