A- A+
Cronache
Diciotti, Salvini: "Tutti immigrati irregolari. Fico? Ha tempo per parlare"

Sono stati sbarcati nella notte i 27 minori non accompagnati che erano a bordo della nave Diciotti ormeggiata al porto di Catania da lunedì sera. Dopo una lunga giornata di pressioni e appelli, il ministro dell'Interno ha dato l'autorizzazione allo sbarco per loro. Restano, invece, a bordo della nave della Guardia costiera gli adulti per la maggior parte di nazionalità eritrea.

Ancora ieri sera in una diretta Facebook il capo del Viminale ha ribadito: "Se ci sono dei bambini possono scendere adesso, degli altri con il mio permesso non sbarca nessuno. I bambini sì, ma per i ventenni, i trentenni belli, robusti e vaccinati, basta, finito, nisba".

Dopo gli accertamenti sanitari i giovani migranti sono stati trasferiti in due centri di accoglienza messi a disposizione del Comune di Palermo.

Intanto sul caso della Diciotti indagano tre Procure, quella di Catania che ha aperto un fascicolo di atti relativi, la Dda di Palermo con un'indagine che ipotizza il reato di associazione a delinquere finalizzata al traffico di uomini e i pm agrigentini. Il procuratore di Agrigento, Luigi Patronaggio, ieri pomeriggio a sorpresa con guanti e mascherina è salito a bordo della nave Diciotti per un'ispezione. La Procura della città dei templi nei giorni scorsi ha aperto un fascicolo per illecito trattenimento di persone, ma adesso al vaglio dei magistrati c'è anche l'ipotesi di sequestro di persona a carico di ignoti. "La politica ha tutta la legittimità di prendere delle decisioni, ma queste decisioni non possono contrastare con quanto previsto dalla Costituzione e dal codice penale", ha detto il procuratore scendendo dalla nave.

Sul caso della nave Diciotti ieri per tutto il giorno si sono moltiplicati gli appelli e le prese di posizione da parte di associazioni umanitarie e religiose, ma anche di magistrati e di sindaci. La stessa Procura dei minorenni di Catania aveva chiesto ai ministri dell'Interno e delle Infrastrutture il via libera per lo sbarco dei minori.

E ieri al molo di Levante di Catania è arrivato anche il segretario del Pd, Maurizio Martina, per il quale la vicenda della nave Diciotti è "una vergogna di Stato" che dimostra "l'incapacità del governo".

Oggi a bordo della nave, invece, è atteso il garante nazionale dei diritti delle persone private della libertà personale per verificare "le condizioni materiali in cui sono costrette a vivere da una settimana 177 persone, la possibilità di accedere alla richiesta di protezione internazionale e accertare i termini in base ai quali perdura la situazione di trattenimento dei migranti".

IL MINISTRO SALVINI: "SULLA DICIOTTI TUTTI IRREGOLARI. FICO? hA TANTO TEMPO PER PARLARE"

"E' agosto, sui giornali si leggono tante cose, non sanno come riempire le pagine... Non temo assolutamente nulla''. Così ai microfoni di Rtl Matteo Salvini smentisce ricostruzioni stampa sui presunti timori del leader della Lega di un intervento del Colle sul caso Diciotti. "Ieri ho parlato con Conte, siamo in perfetta sintonia" sul caso Diciotti. ''Gli ho dato informazioni, gli ho detto che stavamo facendo scendere i minori a bordo".

"Se qualcuno mi vuole indagare e qualche procuratore mi vuole interrogare, sono pronto anche domani mattina a spiegare le mie ragioni... Ognuno fa il suo lavoro con coscienza, sono un dipendente pubblico e da ministro dell'Interno mi occupo di sicurezza", ha aggiunto.

"Non capisco perché - ha però sottolineato - in questo caso la nave Diciotti sia andata in acque maltesi. Già Malta spesso e volentieri non fa il suo dovere e si volta dall'altra parte, lasciando passate barchini e barconi, dicendogli andate in Italia che c'è posto per tutti. Non hanno capito che la pacchia è finita. Le navi della Marina militare e della Guardia costiera controllino le acque italiane, quanto meno".

Poi la stoccata a Fico. "Con Di Maio sto lavorando molto bene, è una persona seria, coerente e rispettosa di quello che c'è nel contratto di governo. Qualcun altro, invece, ha tanto tempo per parlare. Penso, appunto, al presidente della Camera, che mi sembra ogni tanto dica e faccia l'esatto contrario di quello che dicono e fanno altri esponenti del governo, sia della Lega che dei Cinque stelle. E' un problema loro, che si risolveranno loro...''.

"E' stata un'estate così complicata e tragica, da Genova alla Calabria. Non penso di avere il tempo di rispondere a tutti quelli che da due mesi, da quando sono ministro, mi attaccano, mi insultano. Penso ai Gad Lerner, a qualche rapper di serie B, alle Asia Argento, ai Saviano... Gli italiani mi hanno scelto per garantire la sicurezza e in questi due mesi gli sbarchi sono diminuiti'', ha concluso.

 

Tags:
diciottimatteo salvinimigrantiroberto fico
in evidenza
Dieta rivoluzionaria, dura 1 giorno E intanto sfama chi ne ha bisogno

Cronache

Dieta rivoluzionaria, dura 1 giorno
E intanto sfama chi ne ha bisogno

i più visti
in vetrina
Juventus, Cristiano Ronaldo clamoroso: fuori dal podio del Pallone d'Oro 2018

Juventus, Cristiano Ronaldo clamoroso: fuori dal podio del Pallone d'Oro 2018

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Black Friday di Fiat e Lancia, 4 giorni speciali

Black Friday di Fiat e Lancia, 4 giorni speciali

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.