A- A+
Cronache
Omicidio Loris, nessun elemento su complici della madre

Veronica Panarello non ha avuto complici e nulla lascia pensare che avesse preparato l'omicidio del figlio, il piccolo Loris Stival. Il procuratore capo di Ragusa, Carmelo Petralia ha riferito che, anche grazie alle password fornite dalla stessa Veronica, sono stati ispezionati smartphone, pc e profili dei social network della donna, del marito e del tablet di Loris. Non sarebbero emersi particolari rilevanti dal punto di vista investigativo. Si farebbe sempre piu' strada quindi l'ipotesi che Veronica abbia potuto, secondo l'accusa, agire senza l'aiuto di complici. E' probabile la chiusura delle indagini sull'omicidio sia a giugno, dopo l'incidente probatorio. "Dalle immagini -spiega il magistrato- ci attendiamo un quadro definitivo e nitido a consolidamento del dato gia' acquisito".

"Nessuna acquisizione tale da rapportare elementi di vita personale con la nascita prima e l'evoluzione poi della volonta' omicidiaria e il successivo occultamento del cadavere di Loris Stival": ad affermarlo il procuratore capo di Ragusa, Carmelo Petralia alla luce dei primi esiti investigativi derivanti dalla cosiddetta "perquisizione informatica" effettuata in carcere sugli apparecchi in uso a Veronica Panarello, accusata di aver ucciso il figlio a Santa Croce Camerina. Gli accertamenti sono stati eseguiti il 17 e 18 marzo scorsi e hanno riguardato anche Davide Stival, papa' di Loris: al vaglio materiale informatico al quale gli inquirenti hanno avuto accesso anche attraverso le password fornite dalla stessa Veronica Panarello. Pure dalla visione del materiale contenuto nel tablet di Loris non sarebbero emersi particolari rilevanti dal punto di vista investigativo. Si farebbe sempre piu' strada quindi l'ipotesi che Veronica Panarello abbia potuto, secondo l'accusa, agire in solitudine, senza l'aiuto di complici. Alla domanda su una eventuale perizia psichiatrica per l'indagata, il procuratore risponde: "Noi non la possiamo chiedere ma potremmo valutare l'interessamento di un 'profiler' che definisca il profilo psicologico della signora Panarello".

E' probabile la chiusura delle indagini sull'omicidio del piccolo Loris Stival a giugno, dopo l'incidente probatorio. Lo conferma il procuratore di Ragusa, Carmelo Petralia. La chiusura delle indagini, afferma, "e' plausibile dopo l'udienza dell'incidente probatorio. Dalle immagini -spiega il magistrato- ci attendiamo un quadro definitivo e nitido a consolidamento del dato gia' acquisito". Ancora prima potrebbe essere dissequestrato il server che contiene le registrazioni video. "E' probabile - afferma Petralia - che verso la meta'di aprile si possa riconsegnare il server di proprieta'del Comune di Santa Croce Camerina, che conserva le immagini che nel frattempo saranno state riversate nelle copie forensi". Oltre alla madre del bambino, Veronica Panarello, accusata di omicidio e occultamento di cadavere, e' indagato il cacciatore che ha trovato il corpo di Loris, Orazio Fidone. A giorni sara' fissata, intanto, la data dell'udienza in Cassazione per l'esame del ricoro presentato dall'avvocato di Veronica Panarello, Francesco Villardita per ottenere la scarcerazione della donna.

Tags:
loris stivalveronica panarelloomicidiocomplici
in vetrina
Ecco chi è Alessia Enriquez, l’interprete di Ribery che ha stregato i viola e il web

Ecco chi è Alessia Enriquez, l’interprete di Ribery che ha stregato i viola e il web

i più visti
in evidenza
Heidi Klum, Taylor Mega e poi... Tutti i topless da urlo (e non solo)

Belen, Diletta Leotta e... GALLERY

Heidi Klum, Taylor Mega e poi...
Tutti i topless da urlo (e non solo)


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Francoforte 2019: Volkswagen presenta la nuova immagine del brand

Francoforte 2019: Volkswagen presenta la nuova immagine del brand


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.