A- A+
Cronache
Papa Francesco, padre Lombardi: "Così ha rivoluzionato la Chiesa"
 

"Benedetto XVI aveva una comunicazione concettuale ricchissima, Bergoglio comunica anche attraverso i gesti, non usa solo parole e concetti. Il dono di comunicazione dei due Papi è differente. Francesco è riuscito a distruggere una certa distanza tra il suo servizio, la sua Chiesa e la gente". A riflettere su come sia cambiata l'immagine della Chiesa è padre Federico Lombardi, direttore della sala stampa della Santa Sede, in occasione dei due anni di Pontificato di Papa Francesco, su Lateran Tv. 

Padre Lombardi cosa è cambiato, relativamente al Suo ruolo di direttore della Sala stampa Vaticana, con l'arrivo di Papa Francesco?

“Il servizio che svolgiamo con la sala stampa dipende dal Papa, evidentemente. Quindi, cambiando la personalità del Papa, cambia anche il tipo di servizio che noi facciamo, che è proprio un po' un aiuto per far capire, accompagnare, valorizzare quello che è il servizio del Pontefice. Papa Benedetto era un Papa di una comunicazione concettuale ricchissima, molto chiara, molto ordinata, molto limpida, impegnativa, richiedeva riflessione, richiedeva attenzione e approfondimento. Papa Francesco è un Papa che ha il dono di una comunicazione immediata, concreta e diretta con le persone. Quella di Papa Francesco è una comunicazione fatta anche di gesti e non solo parole e  concetti. Quindi questo è un cambiamento, nel senso che il dono di comunicazione dei due Papi è differente. Poi c'è anche la differenza di un momento del Pontificato, che è questo che noi viviamo, estremamente dinamico, anche ricco in qualche modo di sorprese, di iniziative sempre nuove o di modo nuovo di impostare certi argomenti. Oggi qui noi parlavamo del Sinodo, per esempio: ecco il rinnovamento del metodo sinodale ha certamente portato anche un cambiamento del servizio di comunicazione. E quindi, da questo punto di vista, il comunicare il Sinodo con Papa Francesco è stato diverso dal comunicare i Sinodi precedenti che avevano uno schema comunicativo differente. Quindi tutto cambia, come è normale che sia: ogni Papa ha i suoi doni, il suo carisma, le sue caratteristiche, e noi ci adattiamo, siamo “funzione” del Papa”. 

C’è una grande attenzione da parte dei media laici a quello che accade nella Chiesa cattolica, come dimostra anche la forte attenzione al Sinodo dei Vescovi dell’ottobre scorso. Come se lo spiega?

“Sì, è vero. Ma, diciamo, lo spiego nel senso che una delle cose che effettivamente Papa Francesco è riuscito a fare e a ottenere, è il fatto di distruggere una certa distanza tra il suo servizio, la Sua Chiesa e la gente. Quindi quello che poteva essere un senso di lontananza dovuto o a un linguaggio complesso, o a degli atteggiamenti, o delle tradizioni di comportamento, o di procedure, è stato veramente azzerato, in un tempo molto rapido. Il Suo salire e scendere dalla Papa mobile, il Suo non voler stare dentro una macchina chiusa, il Suo voler scendere dall'appartamento classico per stare in comunità, il modo in cui entra in rapporto con la gente o con i giovani durante le udienze o lungo la strada, certe battute che riesce a lanciare, il modo con cui prende il telefono e chiama qualcuno che gli ha mandato una lettera, sono tutte forme che di fatto manifestano una prossimità, una vicinanza. E questo ha un grande valore per l'umanità che desidera sentire dei leader, anche morali, capaci di incoraggiarla, di darle speranza, di andare su una strada positiva, e ha trovato in Papa Francesco, effettivamente, una persona credibile e vicina. E questo ha parlato a grandi parti dell'umanità, non solo nella Chiesa, ma anche fuori della Chiesa, e suscitato quindi una grande simpatia e interesse. Questo si vede poi anche nel modo in cui la comunicazione si muove, l'interesse che manifesta per le iniziative o le idee, il modo di comportarsi del Papa. Io sento anche i miei colleghi, le persone che collaborano con me, molti giornalisti sono venuti a dirci "va beh, adesso è di nuovo interessante o divertente fare informazione sulla Chiesa, mentre prima ci sembrava una cosa più noiosa o più fredda". Ecco, quindi c'è un certo risveglio della comprensione e della importanza e della vivacità della vita della Chiesa nella realtà dell'umanità di oggi. In questo certamente Papa Francesco ha dato un contributo importante.

Quindi , secondo Lei, nel modo di comunicare quello che accade nel Sinodo si è in grado di andare ad incidere sul Sinodo stesso, sui suoi contenuti che andrà ad esprimere?

“Il Sinodo deve fare il suo lavoro, come riflessione, diciamo, ecclesiale, sull'annuncio del Vangelo nella famiglia, nel mondo di oggi. Insomma non deve lasciarsi troppo condizionare magari da attese che possono essere estranee o contaminate da una cultura lontana dal Vangelo . Quindi c'è una dinamica delicata che va rispettata. Il Sinodo deve essere capace di portare avanti il suo cammino coerentemente in una prospettiva di fede, ma farlo nella società e nel mondo in cui noi ci troviamo con la certa capacità di sporcarsi le mani con una comunicazione che non è sempre perfetta, ma che è quella del mondo in cui noi ci troviamo. Poi uno cerca di far passare dei messaggi positivi anche se non gli sono del tutto abituali o in perfetta sintonia con il modo normale di comunicare. Ecco, quindi c'è una dinamica complessa da portare avanti, ma speriamo che il positivo del Sinodo che nasce dalla fede, una visione evangelica della realtà della famiglia possa dare un buon servizio, anche della umanità di oggi”.

 

 

Tags:
papa francescobergogliovaticanoportavocechiesapontificati

in vetrina
Cristiano Ronaldo, proposta di matrimonio a Georgina Rodriguez: ecco l'anello

Cristiano Ronaldo, proposta di matrimonio a Georgina Rodriguez: ecco l'anello

i più visti
in evidenza
Nuovo testo per il "Padre Nostro" Cambia il passo sulla tentazione

Chiesa

Nuovo testo per il "Padre Nostro"
Cambia il passo sulla tentazione

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Mercedes Classe E All-Terrain 4x4 al quadrato un esemplare unico

Mercedes Classe E All-Terrain 4x4 al quadrato un esemplare unico

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.