A- A+
Cronache

 

papa francesco ol 500

Papa Francesco ha deciso di costituire una commissione per la protezione dei minori vittime degli abusi. L’annuncio della decisione del Papa è stato dato alla stampa dal cardinale Sean Patrick O’Malley, arcivescovo di Boston e membro del consiglio di cardinali che collabora con papa Francesco nel governo della Chiesa e nel progetto di riforma della Curia. Papa: anche Chiesa deve stare attenta a non costruire su sabbia 

Anche la Chiesa rischia di costruire sulla sabbia anziche' sulla roccia se "pronuncia parole cristiane senza Cristo, cioe' senza metterle in pratica". E' questo il monito di Papa Francesco nell'omelia di oggi alla Domus Santa Marta. "Gesu' - ha ricordato il Pontefice - rimproverava i farisei di conoscere i comandamenti ma di non realizzarli nella loro vita": "sono parole buone", ma se non sono messe in pratica "non solo non servono, ma fanno male: ci ingannano, ci fanno credere che noi abbiamo una bella casa, ma senza fondamenta". Una casa che non e' costruita sulla roccia ma sulla sabbia. Mentre "ascoltare e mettere in pratica la parola del Signore - ha scandito - e' come costruire la casa sulla roccia".

"Questa figura della roccia - ha spiegato Francesco nella concelebrazione di questa mattina con gli 8 cardinali del Consiglio che sta studiando la riforma della Curia - si riferisce al Signore. Isaia, nella Prima Lettura, lo dice: 'Confidate nel Signore sempre, perche' il Signore e' una roccia eterna!'". "La roccia - ha ripetuto - e' Gesu' Cristo! La roccia e' il Signore! Una parola e' forte, da' vita, puo' andare avanti, puo' tollerare tutti gli attacchi, se questa parola ha le sue radici in Gesu' Cristo. Una parola cristiana che non ha le sue radici vitali, nella vita di una persona, in Gesu' Cristo, e' una parola cristiana senza Cristo! E le parole cristiane senza Cristo ingannano, fanno male!". "Ci fara' bene fare un esame di coscienza - ha suggerito il Papa, secondo quanto riportato dalla Radio Vaticana - per capire come sono le nostre parole, se sono parole che credono di essere potenti", capaci "di darci la salvezza", o se "sono parole con Gesu' Cristo". "Mi riferisco - ha poi concluso - alle parole cristiane, perche' quando non c'e' Gesu' Cristo anche questo ci divide fra di noi, fa la divisione nella Chiesa. Chiedere al Signore la grazia di aiutarci in questa umilta', che dobbiamo avere sempre, di dire parole cristiane in Gesu' Cristo, non senza Gesu' Cristo. Con questa umilta' di essere discepoli salvati e di andare avanti non con parole che, per credersi potenti, finiscono nella pazzia della vanita', nella pazzia dell'orgoglio. Che il Signore ci dia questa grazia dell'umilta' di dire parole con Gesu' Cristo, fondate su Gesu' Cristo!".

Tags:
papatask forceabusipedofili
in vetrina
Royal Family, Meghan Markle rivelazione veleno di Lizzy Cundy. ROYAL BABY NEWS

Royal Family, Meghan Markle rivelazione veleno di Lizzy Cundy. ROYAL BABY NEWS

i più visti
in evidenza
Wanda Nara, che spacco da urlo Si vedono gli slip... LE FOTO

E quella frase sibillina...

Wanda Nara, che spacco da urlo
Si vedono gli slip... LE FOTO


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
FCA What’s Behind: è disponibile il secondo episodio

FCA What’s Behind: è disponibile il secondo episodio


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.