A- A+
Cronache
Parma, nel Castello di Varano la festa hard che imbarazza la giunta leghista

"Una serata che ha provocato sdegno e sconcerto tra gli abitanti anche per alcune scene poco edificanti avvenute nelle strade del paese di cui si sono resi protagonisti alcuni partecipanti".
A Varano Melegari, in provincia di Parma il gruppo consiliare del Pd ha deciso di dare evidenza a quanto accaduto nel Castello di Varano tramite una interrogazione presentata in Consiglio comunale.

La festa organizzata nel castello Pallavicino SI è rivelata un appuntamento che, "guardando semplicemente il sito di chi lo promuove fa comprendere bene le particolari pratiche che caratterizzano questo tipo di serate. E questo - dice il Pd rivolto alla Giunta a guida leghista - avrebbe dovuto far riflettere prima di concedere l'uso del castello". Il sindaco Giuseppe Restiani ha letto in Consiglio comunale una lettera di scuse inviata dal gestore della dimor.

L'interrogazione del Pd firmata dai consiglieri Luigi Bassi, Giovanni Bertocchi e Massimo Buzzi  "parla anche di danni che sono stati fatti all'interno del castello, di pratiche e situazioni incompatibili con la destinazione di un luogo istituzionale, pubblico, e storico quale è il castello".

"Si chiede dunque al sindaco di avere informazioni dettagliate su quanto avvenuto e in particolare: come sia stato possibile da parte dei gestori affittare il castello per un evento di questo genere posto che era evidente il tipo di serata organizzata; se corrisponde al vero il fatto che all'interno del castello siano stati fatti dei danni e di quale genere ed entità; se corrisponde al vero che si è dovuto chiudere il castello per tre giorni per ripristinarne la fruizione; da chi sono state pagate le spese per il ripristino e a quanto ammontano e quali azioni formali sono state attivate dal Comune in relazione a quanto successo e con quanto prevede la convenzione sottoscritta tra Comune e gestore".

Nella lettera di scuse dell'associazione che gestisce il maniero pubblico si parla di "atti sconvenienti e ineducati, segnalati da alcuni cittadini varanesi, avvenuti in prossimità del paese e indirettamente collegati all'evento privato"; "ci dissociamo da qualsiasi comportamento che abbia portato disagio ai cittadini, ci scusiamo per quanto accaduto e garantiamo che tali disagi non si ripeteranno più".

Commenti
    Tags:
    castello varanocastello di varanocastello varano festa hardcastello varano festa hard legacastello varano festa giunta leghista
    Loading...
    in evidenza
    Bombe di piazza Fontana Una foto per non dimenticare

    Culture

    Bombe di piazza Fontana
    Una foto per non dimenticare

    i più visti
    in vetrina
    Georgina Rodriguez, gol alla... Cristiano Ronaldo: star a Sanremo 2020. RUMORS

    Georgina Rodriguez, gol alla... Cristiano Ronaldo: star a Sanremo 2020. RUMORS


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    ACI lancia sui social, campagna per un corretto stile di guida

    ACI lancia sui social, campagna per un corretto stile di guida


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.