A- A+
Cronache
Pescara,svolta sull'omicidio di Alessandro Neri: faida familiare sull'eredità?

Omicidio Pescara:vittima raggiunta da 2 colpi, mortale alla testa

Sono due i colpi, esplosi a distanza ravvicinata, che hanno raggiunto Alessandro Neri, 29enne d Spoltore (Pescara) trovato morto giovedi', a Fosso Vallelunga, alla periferia di Pescara. Quello mortale alla testa, il secondo all'emitorace. Il primo proiettile e' stato recuperato in sede autoptica ed e' stato accertato che e' di piccolo calibro. Lo ha reso noto il comandante provinciale dei carabinieri di Pescara, il colonnello Marco Riscaldati, nel corso di un incontro con la stampa. Al momento non ci sono indagati.

Il proiettile mortale e' stato rintracciato nella calotta cranica ed e' stato affidato per gli accertamenti del caso ai carabinieri del Ris di Roma. Dall'autopsia, eseguita ieri dal medico legale Cristian D'Ovidio, e' inoltre emerso che non c'e' stata colluttazione. La chiave della macchina della vittima, una Fiat 500 Rossa rinvenuta a distanza di circa sei chilometri dal torrente Vallelunga, non e' stata trovata sul luogo del ritrovamento del corpo. E' stato invece ritrovato il telefono cellulare del ragazzo. Gli effetti personali di Alessandro, documenti e carte di credito, non sono stati ritrovati. In piu' occasioni sono stati svolti accertamenti su luogo e il materiale repertato e' all'esame del Ris di Roma. "Non siamo in grado di stabilire con certezza - ha detto Riscaldati - se sia stato ucciso sul luogo del ritrovamento del corpo".

PESCARA: OMICIDIO NERI, UNA FAIDA FAMILIARE DIETRO LA MORTE DI ALESSANDRO?

Nel frattempo prende quota l'ipotesi della faida familiare. Finora le piste più battute erano state quelle del giro di droga ovvero di un'amicizia sbagliata. C'è anche chi parla di usura e di un rapimento. Ma ora ci sarebbe stata un'improvvisa svolta suggerita da persone vicine alla famiglia di Alessandro. La possibilità è che ci siano contrasti per una proprietà. All'interno della famiglia ci sarebbero infatti diverse liti, riportate dal Messaggero: "Laura, con il marito Paolo orafo a Firenze, aveva messo in vendita la casa di Spoltore (...). A confermare i rapporti tesi in casa Lamaletto c'è l'estromissione di Laura dall'azienda vitivinicola Il Feuduccio, a Orsogna in provincia di Chieti, realtà fondata vent'anni fa con passione da Gaetano Lamaletto al suo rientro dal Venezuela dove aveva costruito una fortuna. A Caracas l'anziano imprenditore aveva lasciato al figlio Camillo la conduzione della fabbrica di ceramiche per edilizia, la Grupo Lamaletto Balgres".

E ci sono anche degli interrogativi sul post di Laura Lamaletto su Facebook: "Alessandro Protettore degli uomini (ma anche uomo salvo, chi salva)". A chi e che cosa si riferisce? Gli inquirenti provano a vederci chiaro.

Tags:
pescaraomicidio pescaraalessandro neri
in vetrina
Milan, sanzione Uefa: multa, rosa limitata e... IBRAHIMOVIC, SI RIAPRE

Milan, sanzione Uefa: multa, rosa limitata e... IBRAHIMOVIC, SI RIAPRE

i più visti
in evidenza
L'Alta Velocità festeggia 10 anni Ecco lo spot Saatchi&Saatchi

Costume

L'Alta Velocità festeggia 10 anni
Ecco lo spot Saatchi&Saatchi

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Nissan: la mobilità del futuro, sempre più sostenibile, autonoma e connessa

Nissan: la mobilità del futuro, sempre più sostenibile, autonoma e connessa

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.