A- A+
Cronache
Roberta Ragusa, la Cassazione: "Non è emersa l'innocenza di Logli"

E' "escluso" che dagli atti "emerga in modo evidente l'innocenza dell'imputato" e che "il risultato di prova complessivo sia caratterizzato da contraddizioni oggettive tali da non legittimare un giudizio di cognizione". Cosi' la prima sezione penale della Cassazione spiega perche', il 17 marzo scorso, decise di annullare con rinvio la sentenza con cui il gup di Pisa aveva dichiarato il non luogo a procedere nei confronti di Antonio Logli, accusato di avere ucciso la moglie, Roberta Ragusa, scomparsa nella notte tra il 13 e il 14 gennaio 2012 dalla sua abitazione di San Giuliano Terme. La Suprema Corte, dunque, ha disposto un nuovo esame della richiesta di rinvio a giudizio formulata dal pm di Pisa nei confronti di Logli, e ha definito "del tutto carente e illogica la motivazione del gup "che sottrae Logli al vaglio dibattimentale in ordine ai reati contestatigli".

Secondo i supremi giudici, come si legge nella sentenza depositata oggi, i rilievi proposti nei ricorsi del pm e delle parti civili "risultano centrati, costituendo l'eslcusione di possibili ipotesi alternative alla fine violenta della donna , da ritenersi del tutto logica e coerente col compendio indiziario evidenziato, un elemento logico a supporto dei dati investigativi evidenziati da considerarsi nella valutazione complessiva sul rinvio a giudizio". Dunque, "l'iter seguito dal giudice dell'udienza preliminare del Tribunale di Pisa - osserva la Corte - deve ritenersi errato svolgendo lo stesso un vero e proprio giudizio di merito sugli elementi probatori offerti dall'accusa e cosi' sostituendosi in modo surrettizio, al giudice della cognizione, al quale solo spetta, all'esito del dibattimento, stabilire se l'imputato, sulla base delle risultanze dibattimentali, possa o meno ritenersi colpevole". La sentenza impugnata, inoltre, non ha provveduto, sottolineano i giudici di Palazzaccio "ai fini della verifica dell'idoneita' dell'accusa, ad una disamina globale e unitaria degli indizi stessi", ma "contiene un'analisi parcellizzata ed atomistica delle dichiarazioni delle persone informate sui fatti, rilevandone contraddizioni interne ed inidoneita' probatoria, senza pero' porle a confronto tra loro e con tutti gli altri elementi del compendio indiziario, ai fini del giudizio prognostico circa l'utilita' del dibattimento". Infine, la Cassazione ricorda che "e' preclusa" al gup la definizione dell'udienza preliminare con una sentenza di non luogo a procedere "anche nel caso in cui le fonti di prova a carico dell'imputato si prestino a soluzioni alternative o aperte o, comunque, che possano essere diversamente rivalutate. Come nel caso di specie".

Tags:
roberta ragusa
in vetrina
Royal Family, LE FOTO SEGRETE DI LADY DIANA. Royal Baby e Royal Family NEWS

Royal Family, LE FOTO SEGRETE DI LADY DIANA. Royal Baby e Royal Family NEWS

i più visti
in evidenza
Il primo commento di Salvini "Una sola parola: GRAZIE Italia!"

Elezioni europee

Il primo commento di Salvini
"Una sola parola: GRAZIE Italia!"


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
EICMA FOR KIDS,grande successo di pubblico

EICMA FOR KIDS,grande successo di pubblico


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.