A- A+
Cronache
Parigi, Abaaoud e Salah uccisi. Valls: "Rischio armi chimiche"

Sarebbe proprio di Salah Abdeslam il corpo del terzo terrorista rimasto ucciso durante il blitz delle forze speciali francesi a Saint Denis. L'intelligence italiana - secondo quanto apprende l'Agi - e' in attesa della conferma ufficiale della notizia da parte degli 007 francesi. Se confermata, la Francia potrebbe tirare un primo sospiro di sollievo, in quanto la cellula dell'Isis autotrice dei sanguinosi attacchi di venerdi' 13 novembre potrebbe essere stata annientata. La risposta sull'identita' del terzo terrorista dovrebbe arrivare attraverso l'esame del Dna comparato con quello dei suoi famigliari residenti a Parigi. L'interesse dell'Italia su Salah Abdeslam non e' di poco conto in quanto il terrorista sarebbe transitato sul nostro territorio, rientrando dalla Siria, per raggiungere il Belgio dove avrebbe pianificato i dettagli degli attentati di Parigi.

Il dubbio è stato sciolto. Abdelhamid Abaaoud, l’organizzatore degli attentati di Parigi, è ufficialmente morto, ucciso nel blitz nel covo jihadista di Saint Denis. Nell’attacco al covo di Saint Denis muoiono sicuramente almeno due terroristi. Una è Hasna, la cugina di Abaaoud, che si fa saltare in aria (non è chiaro se volontariamente o involontariamente perché colpita da un cecchino mentre aveva in mano il detonatore). L’altro è un uomo che fino ad ora non era sto identificato. Ma che ora sappiamo essere Abdelhamid Abaaoud.

NUOVA OPERAZIONE A CHARLEVILLE. Una operazione di polizia è in corso a Charleville-Mézières, nella regione francese di Champagne-Ardenne. Lo ha riferito France 3, precisando che gli abitanti del quartiere Ronde-Couture dove sono in corso le operazioni hanno detto di avere sentito un'esplosione.

RISCHIO ATTACCO CON ARMI CHIMICHE - "C'e' il rischio che i terroristi usino armi chimiche e batteriologiche in futuri attacchi terroristici". E' l'allarme lanciato dal premier francese Manuel Valls parlando all'Assemblea nazionale e chiedendo di prolungare a tre mesi lo stato d'emergenza dichiarato dal presidente Francois Hollande dopo gli attentati a Parigi.  

Il Belgio annuncia nuove misure antiterrorismo   - Il Belgio aumenta gli sforzi contro il terrorismo dopo gli attentati di Parigi. Il primo ministro Charles Michel ha annunciato un ulteriore stanziamento di 400 milioni di euro per potenziare l'intelligence. In un discorso al parlamento federale, Michel ha annunciato l'introduzione di una serie di misure di sicurezza, tra le quali l'arresto per i combattenti che ritornano dalla Siria e la chiusura dei luoghi di culto non riconosciuti.

Nuovi raid a Bruxelles - Le forze speciali belghe stanno setacciando sei o sette luoghi in diversi sobborghi di Bruxelles, a caccia di familiari, amici e altre persone direttamente collegate a Bilal Hafdi, il kamimaze 20enne dello Stade de France, di nazionalita' francese ma residente in Belgio. Lo riferisce un portavoce della procura generale. I sobborghi interessati dai raid sono Moleebeek, Uccle, Jette, Ixelles e Laeken. Il ruolo di queste persone negli attacchi di Parigi, ha precisato il portavoce, "e' ancora tutta da verificare".

Tags:
parigivallsarmi chimicherischioterroristi
in vetrina
JENNIFER LOPEZ NUDA LANCIA 'BAILA CONMIGO. Le foto delle Vip

JENNIFER LOPEZ NUDA LANCIA 'BAILA CONMIGO. Le foto delle Vip

i più visti
in evidenza
JENNIFER LOPEZ NUDA COSI' LANCIA BAILA CONMIGO

Le foto delle vip

JENNIFER LOPEZ NUDA
COSI' LANCIA BAILA CONMIGO


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Peugeot, comunicati i prezzi della gamma Plug-in Hybrid SUV 3008 e Nuova 508

Peugeot, comunicati i prezzi della gamma Plug-in Hybrid SUV 3008 e Nuova 508


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.