A- A+
Cronache
Salva-Banche, Renzi querela la pensionata che disse: "Avete rubato"

Renzi querela ancora. Per molto tempo, i sostenitori dell'ex premier dem si sono domandati come mai egli non reagisse ai tanti attacchi e, spesso, neanche alle tante fake news che venivano diffuse sul suo conto. Ora Matteo sembra essersi scatenato tutto d'un colpo, e dopo la vagonata di querele distribuite a personaggi più o meno noti e illustri nei giorni scorsi, ha rivolto - secondo un articolo di Thomas Mackinson pubblicato sul Fatto Quotidiano - l'attenzione giudiziaria anche contro Giovanna Mazzoni, la risparmiatrice di Banca Carife che, nel 2017 (con Renzi segretario del Pd e non più Presidente del Consiglio) andò a protestare alla Festa de L'Unità di Bologna contro il decreto Salva-Banche, alzandosi in piedi e gridando: "Voi avete rubato". 

Renzi reagì prontamente e zittì la Mazzoni, apostrofandola con: "Signora, voi avete rubato lo dice a sua sorella. Si metta a sedere, cortesemente". La signora Mazzoni fu quindi fatta uscire dalla sala, rimediandosi una querela da parte dell'ex tesoriere del Pd Francesco Bonifazi, che tuttavia ritirò ben presto il provvedimento. 

La Mazzoni è di Ferrara e possiede un piccolo esercizio commerciale dopo essere stata una dipendente dell'Inail per molti anni. La sua storia personale con la Banca Carife la vide perdere in soli quattro giorni oltre 50mila euro dei suoi risparmi. Raggiunta dal Fatto sulla questione della querela di Renzi, la donna ha risposto che, per pagare le parcelle degli avvocati, venderà il negozio. 

Siamo certi che, alla fine, la querela alla signora Mazzoni si rivelerà un gesto simbolico e che l'ex segretario Pd la ritirerà come fece a suo tempo Francesco Bonifazi. Ma comunque la si pensi, c'è da dire che Renzi e alcuni personaggi a lui vicini, in primis Maria Elena Boschi, furono oggetto - in particolar modo nel periodo compreso fra il 2014 e il 2018 - di una campagna denigratoria che trascese la normale dialettica tra avversari politici, e che i casi simili a quello della risparmiatrice Carife furono spesso abilmente cavalcati e amplificati per danneggiare umanamente e mediaticamente l'ex segretario dem e il suo entourage, raggiungendo picchi estremi con il caso Scafarto-Consip.

Paradosso vuole tuttavia che, fa notare sempre Mackinson sul Fatto, mentre l'ex segretario querela la vecchina, il suo successore Nicola Zingaretti - "per ricucire la ferita aperta dal Salva-Banche di Renzi" - la riceva al Nazareno assieme a una delegazione di risparmiatori truffati. Neanche in questo, insomma, le due anime del Pd riescono a essere in sintonia. 

Tags:
matteo renziquerelaanzianacarifematteo renzi querelethomas mackinsonrisparmiatori truffati carifenicola zingarettinazareno
in evidenza
LAETITIA CASTA, COVER NUDA Dalla Isoardi a Belen... Le foto

GOSSIP E LE FOTO DELLE VIP

LAETITIA CASTA, COVER NUDA
Dalla Isoardi a Belen... Le foto

i più visti
in vetrina
Temptation Island 2019 KATIA LACRIME PER... Temptation Island 2019 news

Temptation Island 2019 KATIA LACRIME PER... Temptation Island 2019 news


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Nuova Honda-E, la city car di moda

Nuova Honda-E, la city car di moda


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.