A- A+
Cronache
Schiacciato dalla croce di Wojtyla, muore 21enne

Tragedia in Val Camonica. A Cevo un ragazzo di 21 anni è morto in seguito al crollo del crocifisso di Wojtyla. La scultura, dalla struttura ricurva, venne creata da Enrico Job per la visita a Brescia di papa Giovanni Paolo II nel centenario della nascita di Paolo VI.

Per cause ancora da accertare la trave in legno ha ceduto e per il giovane, che era proprio sotto l'opera, non c'è stato nulla da fare. La vittima, di Lovere, era in gita con l'oratorio del paese della Bergamasca. La scultura, inizialmente installata a Brescia, era stata portata in Val Camonica nel 2005.

Tags:
schiacciatocrocewojtyla
in vetrina
JENNIFER LOPEZ NUDA LANCIA 'BAILA CONMIGO. Le foto delle Vip

JENNIFER LOPEZ NUDA LANCIA 'BAILA CONMIGO. Le foto delle Vip

i più visti
in evidenza
"DEVI DIRMI LA VERITA'..." LACRIME NEL FALO' PAGO-SERENA

Temptation Island Vip, la resa dei conti: ultima puntata

"DEVI DIRMI LA VERITA'..."
LACRIME NEL FALO' PAGO-SERENA


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Fantic Motor presenta un concept davvero… ISSIMO

Fantic Motor presenta un concept davvero… ISSIMO


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.