A- A+
Cronache
Scuola, no all’educazione civica nel 2020: altro schiaffo a Salvini

Il Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione ha espresso parere negativo all'unanimita' alla sperimentazione nell'anno scolastico appena partito dello studio obbligatorio dell'Educazione civica. La legge che introduce questo insegnamento entrera' in vigore nell'anno scolastico 2020/2021. L'ex ministro Bussetti aveva predisposto una bozza di decreto per consentire l'avvio dell'insegnamento quest'anno ma il Cspi deve esprimere il proprio parere, obbligatorio ma non vincolante.

Il Cspi, organo di garanzia dell'unitarietà del sistema nazionale dell'istruzione, si è riunito questa mattina e dopo una lunga discussione ha espresso un parere negativo sulla sperimentazione fin da quest'anno. La richiesta di parere "con procedura di urgenza" era stata inviata lo scorso 26 agosto dall'ex ministro Bussetti. "Nel merito - si legge in un comunicato della Cisl scuola - il Cspi riscontra che il provvedimento del Miur sottoposto a parere non individua la platea delle istituzioni scolastiche potenzialmente coinvolte nell’eventuale sperimentazione e le modalità della loro adesione; non prevede una 'durata definita' del progetto sperimentale proposto; non indica con chiarezza gli 'obiettivi' che dovrebbero caratterizzare la sperimentazione né le finalità e i risultati attesi; non prevede alcuna 'valutazione di risultati', mancando ogni riferimento ai soggetti, alle modalità e ai tempi con cui si intende a tal fine procedere". ​

Inoltre, aggiunge la nota della Cisl scuola, il Cspi evidenzia che questa sperimentazione, sia pure ad adesione volontaria, "non sarebbe oggi praticabile in quanto comporterebbe una serie di adempimenti sul piano organizzativo e didattico di difficile attuazione e tali da compromettere la qualità ed il significato della sperimentazione stessa, stante la già avvenuta predisposizione del curricolo e del piano delle attività". 

Fioramonti: educazione civica dal 2020, prepareremo bene l'iter

“Abbiamo appreso del parere negativo del Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione relativo alla sperimentazione sull’insegnamento dell’educazione civica. Sentirò a breve associazioni di dirigenti, docenti e studenti per discutere con loro della possibilità di avviare una seria programmazione a partire da gennaio 2020 (con tanto di fondi aggiuntivi in Legge di bilancio), per fare quello che il precedente ministro non aveva fatto, cioè preparare in modo efficace le scuole nell’ottica dell’introduzione dell’Educazione civica nel settembre 2020, come previsto dalla legge". Lo ha dichiarato in una nota il ministro dell’Istruzione, Lorenzo Fioramonti.

Commenti
    Tags:
    educazione civicasalvini news
    in evidenza
    Maria Elena Boschi foto sexy con rossetto rosso e tacchi a spillo

    L'ex ministro incanta in Moto Gp

    Maria Elena Boschi foto sexy con
    rossetto rosso e tacchi a spillo

    i più visti
    in vetrina
    Matteo scatena i social. Su Twitter spopola l'hashtag #Renxit

    Matteo scatena i social. Su Twitter spopola l'hashtag #Renxit


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Nuova Mini Clubman: ecco cosa è cambiato

    Nuova Mini Clubman: ecco cosa è cambiato


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.