A- A+
Cronache
Sgombero CasaPound, i vertici: "Bagno di sangue? Mai detto nulla di simile"

Sta facendo scalpore la notizia secondo la quale militanti e vertici di CasaPound, fra cui Davide Di Stefano, responsabile di CPI Roma e fratello del segretario nazionale Simone, avrebbero impedito con minacce di "bagni di sangue" un controllo - da parte di due funzionari della Corte dei Conti - dello stabile occupato dal 2003 dalla Tartaruga Frecciata nel quartiere romano dell'Esquilino. I giornali hanno parlato di strette di mano dei vertici di CPI con i funzionari della Digos, lasciando intendere un epilogo a "tarallucci e vino"  dopo presunte allusioni a possibili reazioni violente. 

Accuse che i diretti interessati respingono categoricamente, puntando il dito sulla "inopportuna folla di telecamere e di giornalisti" pronti a entrare nella sede per riprendere e documentare tale controllo da parte della Finanza, atto a stabilire presunti "danni erariali" perpetrati dagli occupanti del palazzo sito in Via Napoleone III, non lontano dalla Stazione Termini.

"Fandonie, falsità, accuse infondate" scrive su facebook Mauro Antonini, già candidato governatore e responsabile di CasaPound per la Regione Lazio. "Questi sono i contenuti degli articoli di ieri ed oggi sul controllo che due funzionari della Corte dei Conti avrebbero dovuto effettuare ieri nel palazzo di CasaPound in via Napoleone III a Roma. Nessuno è stato minacciato, nessuna "promessa di sangue", niente di niente. Semplicemente un sereno accordo a rinviare il controllo per garantire il diritto alla dignità delle famiglie che abitano il palazzo viste le numerose telecamere presenti a riprendere non si sa quale scoop. Quel palazzo era abbandonato ed è stato occupato per garantire un tetto a chi era in mezzo ad una strada. È il simbolo della nostra quotidiana battaglia politica per le strade contro l'emergenza abitativa. Questo è quanto".

Davide Di Stefano - CasaPound
Davide di Stefano - Responsabile CasaPound Roma

Parole, quelle di Antonini, che si ricollegano alla dichiarazione rilasciata immediatamente dopo i fatti dal fondatore di CasaPound Gianluca Iannone che, in un comunicato stampa, ha fatto sapere: "Nessuno sgombero in vista per CasaPound, nessun danno erariale, nessuna minaccia alla finanza. Lasciano di stucco le ricostruzioni fantasiose di quanto accaduto, o meglio non accaduto, ieri in via Napoleone III".

E ancora: "Come Cpi ci siamo limitati a concordare le modalità per un controllo nello stabile che avvenisse nel rispetto dei diritti e della sicurezza delle famiglie in grave stato di emergenza abitativa che vi risiedono dal 2003. Quando però ci siamo resi conto che non era possibile garantire minime condizioni di dignità per i residenti vista l'inopportuna presenza di una folla di telecamere, ci siamo limitati a chiedere che si rinviasse il controllo ad altra data".

Iannone ha inoltre ribadito: "CasaPound non ha nulla da nascondere. Anzi, è nel nostro interesse che questo controllo avvenga, perché è il modo per dimostrare che il movimento, avendo solo sede legale nel palazzo ed esplicando l'attività politica in senso stretto nelle sezioni sul territorio, non ha recato danni alle casse dello Stato, mentre i locali di via Napoleone III sono utilizzati in via esclusiva per l'emergenza abitativa. Naturalmente, però, non accetteremo mai che questo nostro pur legittimo interesse entri in conflitto con la dignità e i diritti degli italiani che, proprio grazie all'azione di Cpi, hanno trovato casa in uno stabile che era abbandonato da decenni e che prima del nostro ingresso giaceva inutilizzato e nel degrado più assoluto".

Commenti
    Tags:
    casapoundsgomberoguardia di finanzadigosmauro antoninidavide di stefanogianluca iannonesimone di stefano
    in evidenza
    Lady Gaga cade giù dal palco Germanotta tonfo! FOTO-VIDEO

    Incidente allo show di Las Vegas

    Lady Gaga cade giù dal palco
    Germanotta tonfo! FOTO-VIDEO

    i più visti
    in vetrina
    BELEN IN LINGERIE, CECILIA RODRIGUEZ 'FUORI DI SENO'. E POI... Foto delle Vip

    BELEN IN LINGERIE, CECILIA RODRIGUEZ 'FUORI DI SENO'. E POI... Foto delle Vip


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    On Air la nuova campagna a 360 gradi di Opel Grandland X Hybrid4

    On Air la nuova campagna a 360 gradi di Opel Grandland X Hybrid4


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.