A- A+
Cronache
Sicilia, loggia segreta: 27 arresti. Indagato ex segretario di Alfano
Francesco Cascio

Operazione dei carabinieri del Comando Provinciale di Trapani contro un vasto sistema corruttivo guidato una loggia segreta in grado di condizionare la politica. Sono 27 gli ordini di arresto chiesti dalla procura in esecuzione di una misura cautelare emessa dal Gip di Trapani, mentre altre 10 persone sono indagate a piede libero per numerosi reati contro la pubblica amministrazione, contro l'amministrazione della giustizia nonche' associazione a delinquere segreta. Tra gli arrestati numerosi esponenti politici e istituzionali della provincia di Trapani, tra cui l'ex deputato regionale di Castelvetrano di FI Giovanni Lo Sciuto, 56 anni, nella scorsa legislatura vicepresidente della Commissione Lavoro e componente dell'Antimafia regionale che avrebbe avuto un ruolo preminente. Ma anche altri politici che insieme a professionisti e massoni avrebbe fatto parte di una vera e propria loggia segreta. Ai domiciliari anche l'ex sindaco di Castelvetrano Felice Errante e l'ex deputato e assessore regionale Francesco Cascio (Forza Italia). Scoperto nell'ambito dell'operazione "Artemisia" un vasto sistema corruttivo negli enti locali, quali il comune di Castelvetrano e l'Inps di Trapani. 

Trapani: loggia segreta, indagato ex segretario Alfano

C'è anche Giovannantonio Macchiarola, storico segretario dell'ex ministro Angelino Alfano, tra le persone coinvolte nell'inchiesta 'Artemisia' coordinata dalla Procura di Trapani, che ha portato in carcere 27 persone, tra cui politici e poliziotti. Macchiarola, che oggi è dirigente Eni, è indagato.

Corruzione: pensioni in cambio voti, indagato assessore Sicilia

Giovanni Lo Sciuto, l'ex deputato regionale siciliano arrestato stamane dai Carabinieri, coordinati dalla Procura di Trapani, nell'ambito dell'operazione "Artemisia", avrebbe ottenuto un cospicuo pacchetto di voti grazie ad un accordo con Rosario Orlando, responsabile del centro medico legale dell' Inps fino al maggio 2016, poi collaboratore esterno dello stesso ente quale "medico rappresentante di categoria in seno alle commissioni invalidita' civili". Orlando veniva corrotto attraverso regalie ed altre utilita', e, grazie ai legami fra Lo Sciuto e l'ex rettore Roberto Lagalla (oggi assessore regionale all'Istruzione e destinatario di un'informazione di garanzia) per l'aggiudicazione di una borsa di studio a favore della figlia all'universita' di Palermo. Da Orlando l'ex deputato regionale otteneva la concessione di pensioni di invalidita' anche in assenza dei presupposti previsti dalla legge.Ogni pensione di invalidita' fatta concedere in forza del "consolidato accordo corruttivo", rappresentava per l'ex deputato regionale, secondo gli inquirenti, "un cospicuo pacchetto di voti certi". Sono circa 70 le pensioni di invalidita', attualmente al vaglio degli inquirenti, concesse a cittadini sponsorizzati da Lo Sciuto. 

Commenti
    Tags:
    corruzionesiciliasicilia loggia segretasicilia arresti corruzione
    in evidenza
    Matteo e Francesca al mare Non c'è crisi per la coppia. FOTO

    Baci, abbracci e giochi in acqua

    Matteo e Francesca al mare
    Non c'è crisi per la coppia. FOTO

    i più visti
    in vetrina
    Ribery alla Fiorentina, ma gli occhi dei tifosi sono per la traduttrice. FOTO

    Ribery alla Fiorentina, ma gli occhi dei tifosi sono per la traduttrice. FOTO


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Francoforte 2019 : Opel svela la prima un’auto da rally elettrica

    Francoforte 2019 : Opel svela la prima un’auto da rally elettrica


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.