A- A+
Cronache
Trattativa Stato-mafia, l'ultimo appello di Mancino

Nelle intercettazioni telefoniche tral'ex Presidente del Senato Nicola Mancino e l'ex consigliere giuridicodel Quirinale, Loris D'Ambrosio, nel frattempo deceduto "non c'ètraccia di interferenze o di richieste di inferenze nei confronti deimagistrati palermitani". Lo ha detto, rendendo dichiarazionispontanee, Nicola Mancino, prima che i giudici entrassero in Camera diconsiglio. "Quando, da parte del Presidente Napolitano venne sollevatoil conflitto di attribuzione sulle intercettazioni tra Mancino e ilQuirinale - dice - furono proprio i pm palermitani Ingroia e Di Matteoa escludere interferenza sulle indagini. Anche il procuratore Messineofece una dichiarazione in tal senso". E aggiunge: "Ma nella suarequisitoria il dottor Di Matteo non è stato imparziale neppure neiconfronti del Presidente emerito Napolitano".

Per la Procura Mancino, in quelle telefonate, avrebbe cercato unaintercessione da parte del Quirinale sulla sua vicenda. "In quelleintercettazioni - aveva detto il pm Di Matteo durante la requisitoria- risulta il tentativo da parte del privato cittadino Mancino diinfluire e condizionare l'attività giudiziaria e addirittura le sceltedi un collegio dei giudici".

"Non sapevo d'essere intercettato - anche perché non iscrittonell'apposito registro - e, perciò, le mie conversazioni non aiutanol'accusa ad avvalersene per rafforzare l a mia responsabilità -aggiunge ancora l'ex Presidente del Senato Nicola Mancino in aula -Rendo all'onorevole Corte una motivazione del perché io eropreoccupato per l'eventuale ma non ancora certo confronto Martelli -Scotti - Mancino. Siamo, quando ne parlai con il consigliereD'Ambrosio, in piena bufera giornalistica. La IV sezione penale delTribunale di Palermo aveva rigettato il confronto Tavormina - Martellied io al dottor D'Ambrosio confidai la inutilità di questo mioconfronto, anche perché nessuna delle parti aveva modificato lapropria dichiarazione".

E poi Nicola Mancino aggiunge: "Il consigliereD'Ambrosio era convinto che il confronto a suo avviso era inevitabile.Confesso che la telefonata fu lunga - e imbarazzante - anche se io nonavevo avanzato nessuna richiesta. A posteriori dichiaro che erapreferibile non telefonare". "Ritengo utile, invece, avere annunciatoal consigliere D'Ambrosio che avrei indirizzato una lettera al Capodello Stato, chiedendo il coordinamento fra le Procure di Palermo e diCaltanissetta".

Poi spiega: "Sei procure decidono sulla inattendibilità di MassimoCiancimino - Catania, Reggio Calabria, Roma, Firenze, Bologna eCaltanissetta, solo Palermo con il dottore Ingroia dichiara chevaluterà di volta in volta quando il Ciancimino è attendibile e quandono. Poiché in una delle mie intercettazioni con il consigliereD'Ambrosio commento quanto l'ex Presidente del Senato, dott. Grasso,incontrandolo, mi disse che non era ammissibile l'avocazione. AlPresidente Grasso io risposi: l'avocazione no, ma il coordinamentosì".

Tags:
trattativa stato-mafianicola mancino
in vetrina
Isola dei Famosi 2019: Taylor Mega, Sarah Altobello e... I NAUFRAGHI. Isola dei Famosi 2019 news

Isola dei Famosi 2019: Taylor Mega, Sarah Altobello e... I NAUFRAGHI. Isola dei Famosi 2019 news

i più visti
in evidenza
Chef, Colagreco e Petit nell'olimpo Guadagnate le 3 stelle Michelin

Cronache

Chef, Colagreco e Petit nell'olimpo
Guadagnate le 3 stelle Michelin


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Enel Eva+, istallate 130 stazioni di ricarica veloce

Enel Eva+, istallate 130 stazioni di ricarica veloce


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.