A- A+
Cronache
Trattativa Stato-mafia, l'ultimo appello di Mancino

Nelle intercettazioni telefoniche tral'ex Presidente del Senato Nicola Mancino e l'ex consigliere giuridicodel Quirinale, Loris D'Ambrosio, nel frattempo deceduto "non c'ètraccia di interferenze o di richieste di inferenze nei confronti deimagistrati palermitani". Lo ha detto, rendendo dichiarazionispontanee, Nicola Mancino, prima che i giudici entrassero in Camera diconsiglio. "Quando, da parte del Presidente Napolitano venne sollevatoil conflitto di attribuzione sulle intercettazioni tra Mancino e ilQuirinale - dice - furono proprio i pm palermitani Ingroia e Di Matteoa escludere interferenza sulle indagini. Anche il procuratore Messineofece una dichiarazione in tal senso". E aggiunge: "Ma nella suarequisitoria il dottor Di Matteo non è stato imparziale neppure neiconfronti del Presidente emerito Napolitano".

Per la Procura Mancino, in quelle telefonate, avrebbe cercato unaintercessione da parte del Quirinale sulla sua vicenda. "In quelleintercettazioni - aveva detto il pm Di Matteo durante la requisitoria- risulta il tentativo da parte del privato cittadino Mancino diinfluire e condizionare l'attività giudiziaria e addirittura le sceltedi un collegio dei giudici".

"Non sapevo d'essere intercettato - anche perché non iscrittonell'apposito registro - e, perciò, le mie conversazioni non aiutanol'accusa ad avvalersene per rafforzare l a mia responsabilità -aggiunge ancora l'ex Presidente del Senato Nicola Mancino in aula -Rendo all'onorevole Corte una motivazione del perché io eropreoccupato per l'eventuale ma non ancora certo confronto Martelli -Scotti - Mancino. Siamo, quando ne parlai con il consigliereD'Ambrosio, in piena bufera giornalistica. La IV sezione penale delTribunale di Palermo aveva rigettato il confronto Tavormina - Martellied io al dottor D'Ambrosio confidai la inutilità di questo mioconfronto, anche perché nessuna delle parti aveva modificato lapropria dichiarazione".

E poi Nicola Mancino aggiunge: "Il consigliereD'Ambrosio era convinto che il confronto a suo avviso era inevitabile.Confesso che la telefonata fu lunga - e imbarazzante - anche se io nonavevo avanzato nessuna richiesta. A posteriori dichiaro che erapreferibile non telefonare". "Ritengo utile, invece, avere annunciatoal consigliere D'Ambrosio che avrei indirizzato una lettera al Capodello Stato, chiedendo il coordinamento fra le Procure di Palermo e diCaltanissetta".

Poi spiega: "Sei procure decidono sulla inattendibilità di MassimoCiancimino - Catania, Reggio Calabria, Roma, Firenze, Bologna eCaltanissetta, solo Palermo con il dottore Ingroia dichiara chevaluterà di volta in volta quando il Ciancimino è attendibile e quandono. Poiché in una delle mie intercettazioni con il consigliereD'Ambrosio commento quanto l'ex Presidente del Senato, dott. Grasso,incontrandolo, mi disse che non era ammissibile l'avocazione. AlPresidente Grasso io risposi: l'avocazione no, ma il coordinamentosì".

Tags:
trattativa stato-mafianicola mancino

in vetrina
Milan-Higuain, Leonardo chiama la Juventus. Calciomercato Milan news

Milan-Higuain, Leonardo chiama la Juventus. Calciomercato Milan news

i più visti
in evidenza
Wanda si spoglia in Argentina Icardi: intrigo Inter-Real Madrid

Sport

Wanda si spoglia in Argentina
Icardi: intrigo Inter-Real Madrid

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
"Night Edition" la nuova serie speciale di Mercedes

"Night Edition" la nuova serie speciale di Mercedes

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.