Trenord, ma chi difende gli italiani? - Affaritaliani.it
A- A+
Cronache
Trenord, ma chi difende gli italiani?
Trenord

Raffaele Ariano, ex blogger de l’Unità, è il tipico ricercatore universitario di sinistra anche nel look sessantottino: capelli lunghi, occhiali da intellettuale e barba. Un archetipo ben noto del sessantotto contestatore.

Ariano, qualche giorno fa, ha reso noto l’annuncio della capotreno di Trenord che metteva in guardia i passeggeri ed invitava i rom e i questuanti a scendere.

Da allora Ariano è stato sommerso dagli insulti in Rete, tanto da dover rendere privato il suo profilo Facebook. Il ministro dell’Interno Matteo Salvini si è schierato con la capotreno che ora rischia il posto e con lui, pare, una moltitudine di italiani.

A parte la forma dell’annuncio però il contenuto è plausibile nella misura in cui questi personaggi che stavano sul treno mettevano a repentaglio la sicurezza dei passeggeri, senza contare il fastidio. E non è un episodio isolato. Anzi. Proprio l’accumularsi di questi fatti in tutta Italia ha portato all’attuale stato di cose. Si tratta del famoso “mondo alla rovescia”, in cui una minoranza, sorretta dal “buonismo”, angustia la maggioranza. La metropolitana di Roma ne è un esempio. Ogni mattina frotte di Rom si impossessano dei vagoni alla Magliana -scommettiamo che l’abbonamento non lo fanno- e cominciano a infastidire la gente con canti, grida e litanie varie, senza contare i continui borseggi.

Ed ogni città d’Italia può dire al sua a riguardo.

Insomma, la domanda che poi gli italiani si fanno è: “ma a noi chi ci protegge?”.

Forse quello che è accaduto a Trenord dovrebbe afre riflettere attentamente il Pd e chi continua a confondere il razzismo con la legittima protesta di chi non ce la fa più, personale viaggiante e passeggeri. Evidentemente la batosta elettorale del 4 marzo e gli attuali sondaggi non hanno loro ancora insegnato nulla e magari Ariano ce lo ritroveremo candidato alla segreteria del Partito Democratico.

Tags:
raffaele arianotrenordromrazzismo

in evidenza
Un nomignolo da usare in privato Così Harry chiama Kate Middleton

Costume

Un nomignolo da usare in privato
Così Harry chiama Kate Middleton

i più visti
in vetrina
Turisti esigenti ed ecosostenibili: boom dei "viaggiatori del lusso"

Turisti esigenti ed ecosostenibili: boom dei "viaggiatori del lusso"

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Sticchi Damiani (ACI): “la sicurezza viene prima di tutto”

Sticchi Damiani (ACI): “la sicurezza viene prima di tutto”

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.