A- A+
Cronache
Vetrina rotta, Anpi e CGIL: "Raid fascista". Ma era la pallonata di un bimbo

Chiaravalle, Ancona. Un vero e proprio mystery degno di un romanzo di Agatha Christie ha animato la città di Chiaravalle (An) quando la bacheca della CGIL in Piazza Risorgimento, in cui era affisso un poster "contro tutti i fascismi", è stata ritrovata in frantumi. 

Apriti Cielo, si sono scatenati tutti gli aspiranti Poirot e le fan di Miss Marple della zona e la colpa è finita sui soliti ignoti "vandali fascisti e razzisti" che, secondo la ricostruzione sommaria degli investigatori improvvisati, dovevano aver senz'altro preso di mira la vetrina e quella locandina offensiva per le loro posizioni. "Gesto grave e intimidatorio" aveva tuonato l'ex vicesindaco di Chiaravalle Antonio Moscatelli, nonché delegato della CGIL di zona.

Anche l'Anpi finisce per condannare il gesto e così un po' tutte le sigle che fanno capo alla Sinistra locale... ma poi si scopre che il colpevole in questo caso non è il maggiordomo, né tantomeno una gang di brutali fascisti. No, il colpevole è un bambino che, domenica sera giocando a pallone in Piazza Risorgimento, ha sbagliato a calciare e ha colpito la vetrina in questione mandandola in frantumi.

Il chiarimento è avvenuto dopo la telefonata del padre del piccolo, presentatosi in seguito pronto a ripagare il danno e mortificato dalla bagarre politica scatenatasi in città. Tutto è bene quel che finisce bene e il sindaco Damiano Costantini è intervenuto sulla questione parlando di «futili polemiche e allarmi. La fretta, soprattutto nel giudizio (oltre che nel calciare palloni) è cattiva consigliera. L’urgenza di denunciare serpeggianti e violenti fascismi ha fatto dimenticare agli autori che i fatti vanno prima verificati e poi commentati». E ancora: «L’antifascismo è un valore sancito nella nostra Carta Costituzionale che va perseguito attraverso l’educazione e la consapevolezza e non va sbandierato o (peggio ancora) cavalcato per ottenere visibilità e consenso. Per fare in modo che Chiaravalle sia sempre migliore servono educazione, rispetto e responsabilità, così come ha dimostrato il papà di questo bambino». 

Commenti
    Tags:
    cgilpallonatavetro rottoraid fascistafascismo

    in evidenza
    Carlotta Maggiorana è Miss Italia Dal film con Brad Pitt alla corona

    Spettacoli

    Carlotta Maggiorana è Miss Italia
    Dal film con Brad Pitt alla corona

    i più visti
    in vetrina
    Diletta Leotta difende il bikini a Miss Italia: "Donne da rispettare sempre"

    Diletta Leotta difende il bikini a Miss Italia: "Donne da rispettare sempre"

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Al Salone di Hannover sbarca il pick-up RAM

    Al Salone di Hannover sbarca il pick-up RAM

    Abiti sartoriali da Uomo, Canali

    Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.