A- A+
Cronache
Via alla gara da 32 milioni di euro per la bonifica del Mar Piccolo di Taranto

Si accorciano i tempi per il risanamento ambientale del Mar Piccolo di Taranto, uno dei siti maggiormente inquinati dell’area. E’ stata infatti avviata la procedura internazionale per l’instaurazione di un partenariato per l’innovazione finalizzato all’affidamento della progettazione definitiva ed esecutiva, e alla realizzazione degli interventi di risanamento ambientale nelle aree prioritarie del Mar Piccolo di Taranto (seno I) mediante dimostrazione tecnologica. Il valore totale stimato dell’intervento è di 32 milioni 276mila euro. Gli interventi da realizzare nel seno I del Mar Piccolo hanno come obiettivo l’abbattimento del livello di contaminazione riscontrato nei sedimenti marini mediante l’applicazione, previa dimostrazione su scala pilota, di tecnologie innovative, le cui tipologie devono basarsi sull’asportazione selettiva dei sedimenti con relativo recupero, sul capping e ricostruzione dell’habitat naturale, sulla bioremediation in situ.  


La durata del contratto, specifica la procedura d'appalto, è di 635 giorni e non è oggetto di rinnovo.

“Si tratta della prima gara in Italia di questo tipo nel settore delle bonifiche, l’adozione una procedura innovativa nell’ambito Codice degli appalti che ha lo scopo di coadiuvare il settore pubblico nella crescita intelligente, sostenibile e inclusiva, anche a livello europeo, così come auspicato nella Comunicazione della Commissione Europa 2020/3.3.2010”, dichiara Vera Corbelli (nella foto), commissario straordinario per la bonifica di Taranto . “L’intenzione del legislatore è quella di coinvolgere la flessibilità e i vantaggi del partenariato pubblico privato,  anche o soprattutto in termini economici,  al fine di raggiungere l’innovazione e metterla utilmente a servizio del pubblico”

La procedura  si svolgerà secondo tre distinte fasi:  la prequalifica, l’affidamento dimostrazione tecnologica ed infine l’ammissione alla negoziazione.  La valutazione dell’offerta migliorativa relativa alla dimostrazione tecnologica avverrà con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa e il relativo calcolo sarà effettuato con il metodo aggregativo compensatore, ai sensi delle linee guida Anac. 
 

L’obiettivo che si vuole perseguire attraverso questo tipo di partenariato è quello di realizzare un’economia sociale di mercato che si fondi sulla conoscenza e sull’innovazione, efficiente sotto il profilo delle risorse e che permetta un elevato tasso di occupazione, tale da favorire la coesione territoriale e sociale.
Per queste ragioni la Commissione europea, al fine di superare la tradizionale impostazione mercatistica, ha inteso attribuire alla normativa in materia di appalti, salvi naturalmente i limiti di una concorrenza non discriminatoria, il compito di stimolare la competizione tra le imprese sul terreno della conoscenza, dello sviluppo tecnologico e della ricerca, individuando una serie di obiettivi sociali comuni, quali la tutela dell’ambiente e dell’efficienza energetica, la fornitura di servizi pubblici di elevata qualità, la promozione dell’innovazione e dell’inclusione sociale.

 

Tags:
pugliacommissarioinnovazioneanacleto gianni

in evidenza
Il fatto della settimana Tria e Di Maio visti dall'artista

Culture

Il fatto della settimana
Tria e Di Maio visti dall'artista

i più visti
in vetrina
Federica Pellegrini super star alla Milano Fashion Week. E' lei la "Divina"

Federica Pellegrini super star alla Milano Fashion Week. E' lei la "Divina"

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Parigi 2018: Honda presenta il nuovo CR-V con tecnologia ibrida

Parigi 2018: Honda presenta il nuovo CR-V con tecnologia ibrida

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.