A- A+
Cronache
Via Crucis, Papa: vergogna per sangue innocente immigrati

"Vergogna per i naufragi, per il sangue innocente delle donne e dei bambini, degli immigrati per quanti sono discriminati per il colore della pelle e l'appartenenza etnica". Sono queste le parole con cui Papa Francesco ha concluso la Via Crucis al Colosseo. "Vergogna - ha aggiunto - per trutte le volte che noi vescovi e sacerdoti abbiamo ferito il tuo corpo, la Chiesa, lasciando arrugginire il nostro cuore. Per le troppe volte che ti abbiamo venduto e tradito scappando come codardi, per le nostre mani pigre nel dare e avide nel prendere, per i nostri piedi veloci nell'allontanarci e lenti nell'avvicinarci". "O Cristo straziato nelle carni, incoronato di spine, schiaffagggiato e atrocemente inchiodato tu che sei il Dio della vita", ha invocato Francesco. "Il nostro cuore - ha continuato - e' nostalgioso. I nostri tradimenti non fanno venire meno la speranza sicura che i nostri nomi siano incisi nel tuio cuore. La speranza che la tua fedelta' non si basa sulla nostra, che la tua Chiesa cerchera' di essere la voce dhe grida nel deserto, che il bene vincera' nonostante la sua apparente sconfitta. Dinnanzi al tuo patibolo ci inginocchiamo invergognato e speranzosi, ti chiediamo di perdonare i nostri peccati, di accogliere i nostri fratelli stroncati da violenza indifferenza o guerra, di spezzare le catene della vanita' dei nostri calcoli mondani".

 

Via Crucis: evocato dolore di donne e bambini violentati

 

"Banalita' del male. Sono innumerevoli gli uomini, le donne, persino i bambini violentati, umiliati, torturati, assassinati, sotto tutti i cieli e in ogni tempo della storia". Queste parole sono risuonate al Colosseo dove Papa Francesco, come tradizione, presiede la Via Crucis del Venerdi' Santo. Scritte dalla biblista francese Anne-Marie Pelletier, docente di Sacra Scrittura ed Ermeneutica biblica, Premio Ratzinger 2014, fotografano in modo efficace la condizione umana. "Senza cercare protezione nella condizione divina che gli e' propria, Gesu' - spiega il testo - si inserisce nel terribile corteo delle sofferenze che l'uomo infligge all'uomo. Conosce l'abbandono degli umiliati e dei piu' derelitti. Ma quale aiuto ci puo' dare la sofferenza di un innocente in piu'? Colui che e' uno di noi e' prima di tutto il Figlio prediletto del Padre, che viene a compiere ogni giustizia con la sua obbedienza". A portare la Croce al Colosseo sono stati il cardinale vicario Agostino Vallini, una famiglia romana, rappresentanti dell'Unitalsi e religiosi e laici di diversi Paesi, tra cui Egitto, Portogallo e Colombia dove il Papa si rechera' in visita apostolica quest'anno. (AGI) Siz

Tags:
via crucispapa francescopapapapa francesco bambini

in vetrina
Milan, Alessio Romagnoli: lesione al polpaccio. Out almeno 4 settimane

Milan, Alessio Romagnoli: lesione al polpaccio. Out almeno 4 settimane

i più visti
in evidenza
Il fatto della settimana Toninelli visto dall'artista

Culture

Il fatto della settimana
Toninelli visto dall'artista

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Lamborghini Urus ST-X Concept, il primo SUV nato per correre

Lamborghini Urus ST-X Concept, il primo SUV nato per correre

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.